Martedì, 3 Agosto 2021
Economia

Rinnovi contrattuali bloccati e turnover limitato, la denuncia del Cocer

Il Consiglio centrale di rappresentanza dei militari dell'Arma ha divulgato una nota, nella quale ha espresso il malcontento in merito al Ddl stabilità. Assieme all'elenco dei motivi della contrarietà, i carabinieri hanno fatto sapere che intraprenderanno tutte le iniziative utili per rivendicare i loro diritti

I carabinieri (Foto di repertorio)

LECCE – Hanno espresso “sconcerto, delusione e preoccupazione per quanto proposto dal Governo che, ancora una volta, si disinteressa delle condizioni di vita di chi garantisce la sicurezza del Paese, giungendo anche all’estremo sacrificio”. A denunciare la situazione, i carabinieri del Cocer, Il Consiglio centrale di rappresentanza, in merito al Ddl stabilità.

 I militari dell’Arma hanno fatto sapere, attraverso una nota, che intendono valutare, assieme alle altre organizzazioni sindacali del comparto sicurezza,  tutte le iniziative utili per rivendicare i diritti di donne e uomini che indossano la divisa. “Sembra che, ai soliti discorsi fatti sull’importanza del ruolo svolto dai carabinieri nella società, non faccia mai seguito un intervento concreto in favore degli stessi, che si vedranno bloccati anche per il 2014 il rinnovo contrattuale, e che subiranno gli effetti negativi del turnover limitato”, hanno aggiunto.

“Saranno, inoltre, colpiti da ulteriori penalizzazioni previste nella manovra finanziaria.  Questo non è più accettabile, come non lo è il fatto che vengano convocati gli organismi di rappresentanza prima della stesura del documento di programmazione economico-fianziario e che non venga tenuta in alcuna considerazione la specificità a cui pare ha fatto ceno il presidente del Consiglio nel discorso di insediamento”, hanno concluso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rinnovi contrattuali bloccati e turnover limitato, la denuncia del Cocer

LeccePrima è in caricamento