“Fare impresa nel Salento”, 1 milione e mezzo di euro per le aziende

Un terzo del bilancio della Camera di commercio di Lecce messo a disposizione per sostenere le micro, piccole e medie imprese della provincia. Prete: "E' il momento più importante da quando presiedo l'ente camerale salentino"

 

LECCE - A breve sarà in rete, perché solo attraverso il web gli imprenditori  potranno fare richiesta per accedere al bando “Fare impresa nel Salento 2012”, 1 milione e mezzo di euro, un terzo del proprio bilancio messo a disposizione per quest’anno dalla Camera di commercio di Lecce a sostegno delle micro, piccole e medie imprese salentine. Ed è con un certo orgoglio che il presidente dell’ente camerale Alfredo Prete ha parlato questa mattina in conferenza stampa di “momento più importante da quando  presiedo la Camera di commercio di Lecce”. E c’è da credergli, perché si tratta di “un’immissione di denaro a fondo perduto – ha spiegato - con cui l’ente non chiede alle aziende di restituire il soldi elargiti,  una bando apripista, mi auguro, per tutte le altre istituzioni che forse hanno bilanci più corposi di noi”.

In cosa consiste il bando. Scopo dell’iniziativa è contribuire allo sviluppo e al consolidamento delle imprese aventi non più di 36 mesi di vita e incrementare i livelli occupazionali del territorio di Lecce e provincia. In altre parole l’ente camerale finanzia due livelli imprenditoriali, quello degli strumenti (risorse tecniche) e delle persone (risorse umane), quindi occupazionale. Tra i paletti che prevede il bando, per esempio, le aziende che faranno richiesta non devono avere usufruito di contributi per lo stesso intervento da parte dell’ente promotore (quindi la Camera di commercio di Lecce) o di altri enti pubblici. Oppure, una volta ricevuto il finanziamento per assumere personale, non possono licenziare chi hanno impiegato nei 24 mesi successivi alla concessione del contributo, fatto salvo il recesso “per giusta causa”, “giustificato motivo soggettivo”, eccetera.IMG_0699-3

Gli interventi finanziabili. Quattro le categorie finanziabili dal bando “Fare impresa nel Salento 2012”: l’acquisto di macchinari; sistemi informatici; spese per la realizzazione di siti e sistemi informatici e procedure per l’acquisto elettronico; acquisizioni di marchi e brevetti e dei diritti di accesso al franchising; impianti e attrezzature per la realizzazione di interventi di riduzione dell’impatto ambientale e risparmio energetico.

Nuove assunzioni. Ottomila euro per le aziende che assumo a tempo indeterminato, 5mila euro per le aziende che intendono stabilizzare un lavoratore. Tutti i particolari del bando saranno comunque disponibili a giorni sito internet della Camera di commercio di Lecce.

Il presidente Preite ha poi tenuto a dire: “Bisogna essere realistici, nella provincia di Lecce il Pil è a meno 5,1% e questo dato non mi fa stare certo tranquillo. Quindi dobbiamo ripartire, perché noi salentini siamo come gli alberi di ulivo, siamo forti, per cui dobbiamo rimboccarci le maniche e ripartire. Ma le istituzioni, la politica, soprattutto, i partiti – ha aggiunto - non possono continuare a litigare, devono mettere da parte i colori delle bandiere, le differenze, perché le divisioni fanno male. Forse la politica non è al corrente che nel Salento stanno per chiudere aziende storiche, attanagliate dalla crisi economica e dalla pressione fiscale, giunta ai massimi livelli, la più alta in Europa”

Sul tema dell’evasione fiscale. “Oggi si evade non perché non si vogliono pagare le tasse – ha detto il presidente dell’ente camerale - ma perché non ci sono soldi per fare fronte alla pressione fiscale. C’è invece bisogno di buon senso, perché con il terrorismo psicologico e la repressione non si va da nessuna parte. E non mi riferisco solo ad Equitalia ma al sistema repressivo che si è innescato, che di fatto blocca l’economia, con la gente che ha paura di spendere e le imprese impossibilitate a investire e a produrre”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi frode col gasolio agricolo, undici arresti e 64 indagati

  • Anziana madre non ha sue notizie da giorni e chiede aiuto: 49enne trovato senza vita

  • Militari attendono cassiera a fine turno: addosso parte dell’incasso, sospetti ammanchi per 50mila euro

  • Rapine con auto rubate durante il lockdown: fermata la banda

  • Coronavirus “sensibile” ai fattori ambientali: studio di un fisico su temperatura ed escursioni termiche

  • Scavalca tre muri dopo il furto: fuga spericolata, ma braccato e arrestato

Torna su
LeccePrima è in caricamento