Domenica, 25 Luglio 2021
Economia

Nuovi progetti di servizio civile nazionale. Opportunità per i giovani

Presentati nella mattinata, a Palazzo Adorno, i quattro nuovi progetti di servizio civile nazionale della Provincia di Lecce, che, a partire dal prossimo 3 settembre, vedranno impegnati quindici giovani per dodici mensilità

LECCE – Sono stati presentati oggi, giovedì 30 agosto, a Palazzo Adorno i quattro i nuovi progetti di servizio civile nazionale della Provincia di Lecce che, a partire dal 3 settembre, vedranno impegnati 15 giovani per dodici mesi. Ad illustrarli sono intervenuti il presidente della Provincia Antonio Gabellone, l’assessore provinciale alle politiche giovanili Bruno Ciccarese e la progettista Chiara Eleonora Coppola.

La Provincia di Lecce è tra gli enti finanziati, dalla presidenza del consiglio dei Ministri, per lo svolgimento dei progetti di servizio civile nazionale. Per il 2012, l’ente di Palazzo dei Celestini ha presentato quattro progetti che sono stati tutti finanziati. Si avvierà il progetto “Protezione civile-Prevenzione incendi” che si propone come obiettivo specifico l’avvio di attività di prevenzione del rischio incendi boschivi attraverso lo sviluppo di una cultura volta alla salvaguardia e alla tutela dei boschi. Le attività previste per il raggiungimento di questo obiettivo si inseriscono nel quadro di una strategia di previsione e di prevenzione dei rischi del territorio indispensabile per la gestione e, soprattutto, la mitigazione dei rischi naturali.

Sarà attivo il progetto “Forum dei Giovani” che mira a promuovere l’aggregazione giovanile, garantendo l’inclusione sociale, la partecipazione e la cittadinanza attiva dei giovani, attraverso la costituzione e la gestione di un forum provinciale, che favorisca il networking, la creazione di reti, la condivisione di conoscenze, competenze, attività, esperienze e bisogni tra i diversi gruppi giovanili.

Il progetto “Informiamo-Informiamoci” è finalizzato ad implementare i servizi informativi e di orientamento esistenti presso i centri per l’impiego (C.p.i.) di Maglie e Nardò, in modo da favorire l’accesso dei cittadini al patrimonio informativo dei Cp.i., con un’attenzione particolare ai cittadini giovani e agli immigrati. Finalizzato, invece, alla valorizzazione delle attività culturali è il progetto “BiblioProvincia” che prevede, in aggiunta alle attività caratteristiche della gestione bibliotecaria (cura e conservazione del patrimonio, gestione del prestito e delle consultazioni, consulenza per l’Emeroteca, interventi di user education), anche l’organizzazione di visite guidate, incontri e manifestazioni di sensibilizzazione alla lettura.

“Sono 15 i giovani a cui abbiamo offerto opportunità di collaborazione – spiegano Gabellone e Ciccarese - per 12 mesi attraverso il servizio civile. Un numero, interessante, se rapportato alle poche alternative lavorative che il territorio offre. Esprimiamo tutta la mia soddisfazione per il successo raggiunto. I giovani volontari sono un valido esempio di partecipazione e cittadinanza attiva per la nostra Provincia. Offrono un contributo importante per migliorare la qualità della vita nel territorio, fornendo servizi utili ed essenziali ai cittadini”.

La progettista Chiara Eleonora Coppola, ha evidenziato come “il servizio civile sia un’opportunità per i giovani di scoprirsi capaci, di misurarsi concretamente e professionalmente in attività amministrative, sociali e culturali. E’ un risultato importante riuscire ad offrire servizi mirati ed opportunità concrete ai giovani, soprattutto in una congiuntura storica così complessa per gli enti pubblici”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi progetti di servizio civile nazionale. Opportunità per i giovani

LeccePrima è in caricamento