Domenica, 13 Giugno 2021
Economia

X congresso provinciale Cisal, museo Castromediano

Il Congresso provinciale della Unione Cisal di Lecce, celebrato in Lecce il giorno 13 dicembre 2014

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

MOZIONE FINALE

CONGRESSO UNIONE CISAL PROVINCIALE DI LECCE

- MOZIONE FINALE -

Il Congresso provinciale della Unione Cisal di Lecce, celebrato in Lecce il giorno 13 dicembre 2014,

  • Uditi i vari interventi dei delegati che, nel loro insieme, hanno tracciato le linee organizzative e programmatiche dell'azione futura della CISAL diLecce .

    I N V I T A

    Il neo eletto Consiglio Direttivo e il Comitato di Segreteria:

  • A profondere, a partire da subito, ogni impegno per "formare" nuovi e innovativi dirigenti in grado di sostituire eventualmente, in qualsiasi momento, quei dirigenti che, dimostrandosi incapaci di adeguarsi all'evoluzione della società, rimangono ancorati a vecchi schemi mentali e a formalismi che, più che contribuire alla risoluzione dei problemi, li peggiorano.

  • A riconoscere e a rivalutare con sempre maggiore puntualità l'immenso ed insostituibile valore del patrimonio umano costituito dai collaboratori volontari e dai dipendenti gli enti collaterali della CISAL;

  • Ad attivarsi specificatamente in azioni concrete tendenti al sostegno e all'assistenza gratuita degli iscritti, non solo nello svolgimento del loro rapporto di lavoro, ma anche nel disbrigo di tutte le incombenze sociali, previdenziali, fiscali e assistenziali cui gli stessi devono quotidianamente far fronte;

    S O L L E C I T A

    La neo costituita Consulta - i Dirigenti Sindacali ed i collaboratori volontari tutti:

  • A profondere il massimo impegno possibile per la diffusione/adozione, in tutto il territorio Salentino, dei contratti nazionali di categoria stipulati dalla Cisal;

    ed,al contempo,

    I M P E G N A

  • gli stessi al contrasto di ogni forma di discriminazione e/o di lesione dei diritti dei lavoratori.

E S O R T A

le innumerevoli microimprese operanti sul territorio Salentino e tutti gli altri soggetti imprenditoriali:

  • A valutare, senza pregiudizio e preconcetto alcuno, le proposte della CISAL tendenti a contrastare il lavoro nero, il precariato ed ogni altro espediente tendente a ridurre artificiosamente il costo effettivo lordo del lavoro;

  • Ad accantonare il vecchio sistema delle relazioni industriali "delle due parti contrapposte";

  • A creare, finalmente, un clima di rispetto e di riconoscimento delle reciproche ragioni;

  • A cercare assieme alla Cisal, prima di tutto, ciò che oggi può accomunare gli interessi dei lavoratori con quelli delle imprese. Anche attraverso l'adozione di nuove forme di cointeressenza e partecipazione che la CISAL tutta, già da tempo, ha individuato e proposto;

    R I N G R A Z I A

    Le Segreterie Nazionale e Regionale per:

  • Lo sforzo quotidiano dalle Stesse profuso alla ricerca di soluzioni e proposte in favore degli interessi generali dei lavoratori, dei disoccupati dei precari e dei cittadini in genere;

  • Specificamente per l'attenzione da Loro riservata, in ogni occasione, all'esigenze del territorio Salentino;

    Al contempo, riconoscendone e condividendone la bontà del loro operato,

    L E I N C O R A G G I A

    a proseguire, sulla falsariga dei contratti già stipulati, nella ricerca di nuovi accordi contrattuali specificatamente nei settori delle costruzioni e dell'agricoltura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

X congresso provinciale Cisal, museo Castromediano

LeccePrima è in caricamento