Mercoledì, 22 Settembre 2021
Eventi

A Pasqua un'invasione di musica per tutti i gusti

Serata reggae all'Istanbul Cafè, mentre alle Officine Cantelmo va in scena l'Easter Party con gli Spread Your Legs e i Velvetians. Il sax di Raffaele Casarano all'Associazione Culturale Transito

Bunna.

Tanti nuovi appuntamenti per il fine settimana in arrivo. Si parte sabato 3 aprile con una serata reggae all'Istanbul Cafè di Squinzano realizzata in collaborazione con Black Star Line, con due ospiti internazionali: Roots Hi-Tek e Sista Lexxy, che da sempre promuovono la musica Roots Reggae con un messaggio culturale e porteranno le parole, i suoni e la potenza Rastafari per tutta la roots and culture massive salentina.

Roots hi-tek inizia militando con un sound chiamato Ravers HI-FI verso la fine degli anni Ottanta nella zona ovest di Londra, per poi specializzarsi poi in Roots Hitek sound, strettamente legato al Roots and Culture. Conduttore di un programma sulla radio FM Skyline in Sherpherds Bush per alcuni anni, ha poi iniziato a produrre Roots Music con la sua etichetta Roots Hitek Records verso la fine degli anni '90, la prima release fu "Come away to Zion" di Ozzaiasees. Ormai Roots Hi-tek è un affermato produttore di alto calibro della Roots Reggae Music 
targata UK; ed è anche selecta e Soundsystem noto per la selezione di dubplate e special esclusivi oltre ad essere residence e promoter dell'appuntamento mensile al Roots Club Underground di Londra. La sua etichetta ed il suo lavoro di produttore sono andati sempre più rafforzandosi con le registrazioni con artisti Roots Reggae come Tony Roots, Barbra PAN, Danny Vibes, Christine Miller, Colour Red, Tenastelin, Prince Malachi, Xylon, Mike Brooks, Murray Man, Ras Macbean,, Nu Flowah, Bobo Black Star, Barry Isaacs, Sista Rasheda, Sista Nya-Azania, Lexxy, Ras CosTafari, Per citarne alcuni.

Per l'occasione sarà accompagnato da Lexxy, una delle artiste più distintive della nuova era delle Roots Dawtas, nome che contraddistingue la scena femminile di cantanti conscious in UK. Sista Lexxy nella sua formazione ha subito l'influenza di molti artisti come Dinah Washington e Billie Holliday, Derek Harriot, John Holt e il grande Bob Marley. Il suo primo singolo è stato Dem history, in collaborazione con Ras Muffet che ha lasciato il suo marchio nel circuito Roots and Culture. Ora ha recentemente pubblicato un altro 7" (Lead Me To The Rock), l'etichetta musicale Jah Shaka nel febbraio del 2008, continuamente in collaborazione con i maggiori studi in UK. Ingresso 5 euro. Per info: www.myspace.com/istanbulcafe - 3496429342

Sempre sabato 3 aprile, a partire dalle ore 22.30, alle Officine Cantelmo di Lecce va in scena l'Easter Party, con due tra le band più interessanti in circolazione del panorama indie italiano Spread Your Legs da Lecce e Velvetians da Perugia. In chiusura, selezioni affidate al dj Tobia Daddy Lamare.


I Velvetians, che a giorni vedranno l'uscita del loro album d'esordio, "Plastic Glam", hanno presenziato negli ultimi tempi a festival storici come Italia Wave (edizione 2007, esperienza condivisa con gli Spread ); sono appena tornati da un mini tour in Inghilterra, e apriranno il party alle Cantelmo con il loro glam rock figlio di Bowie, Mc5, Roxy Music. Non hanno bisogno di presentazioni gli Spread Your Legs, ormai conosciuti dagli amanti del genere per il loro live così bastard-pop non estraneo a certe melodie emo che fanno molto anni Novanta. Divertimento a profusione con lampi di non-sense assicurato. Ingresso 5 euro - Per info: www.officinecantelmo.it - 3293670436



Ancora sabato 3 aprile, a partire dalle 22, l'Associazione Culturale Transito (cantine d'arte e musica) ospiterà Raffaele Casarano. Il sassofonista salentino presenterà il progetto X-mood. Un viaggio tra elettronica, dubloop, sax, voci e percussioni (tamburello). Un sound ispirato al nord Europa (Norvegia), che partendo dalla musica di tradizione, in questo caso salentina, rappresentata dall'ospite Dario Muci, approda al jazz elettronico.

Raffaele Casarano si avvicina allo studio del sax all'età di sette anni con una forte passione per la musica, in particolare il jazz, intraprende gli studi c presso il Conservatorio "N. Piccinni" di Bari. Si diploma nel 2004 presso il Conservatorio "Tito Schipa" di Lecce, studia successivamente jazz con Roberto Ottaviano. Frequenta inoltre master classe con artisti come Dave Liebman, Emiliano Rodriguez, Maurizio Giammarco. Raffaele Casarano ha collaborato ed inciso con Philip Catherine, Buena Vista Social Club, Paolo Fresu, Javier Girotto, Massimo Manzi, Andrea Braido, Giovanni Imparato, Lincoln Goines, Mark Soskin, Benjamin Henocq, Mimi Verderame, Yuri Goulbev, Tino Tracanna, Maurizio Giammarco, Roberto Ottaviano, Eddy Palermo, Meridiana multi_jazz orchestra, Andrea Pozza, Gianluca Petrella, Patrizia Conte, Ensemble Notte Della Taranta, Franco Califano, Negramaro, Moni Ovadia, Anonima folk, Riccardo Pittau, Opa Cupa, Manigold, Vertere String 4tet, Marian Serban, Après La Classe, Bachire Gareche, Dario Muci. Il sassofonista è inoltre l'ideatore e il direttore artistico del Locomotive Jazz Festival, la rassegna di jazz internazionale che quest'anno giunge alla sua V Edizione (www.locomotivejazzfestival.com).

Poche settimane fa Raffaele ha concluso le registrazioni di "Trilogy", suo nuovo lavoro discografico, prodotto da Patrizio Romano e Paolo Fresu per l'etichetta My Favorite Record.

"Trilogy", la cui uscita è prevista per fine giugno, conclude la trilogia del progetto Locomotive dopo "Legend", disco d'esordio (Dodicilune, 2006) totalmente acustico e con la partecipazione dell'Orchestra Sinfonica del Conservatorio "Tito Schipa" di Lecce, e "Replay" (Universal, 2009), con una precisa concentrazione sul quartetto e una leggera inclinazione elettronica, entrambi con la partecipazione di Paolo Fresu che apprezza sin dall'inizio la musica del sassofonista salentino. Con il progetto "Trilogy", che comprende 14 brani inediti, Casarano approda ad una elettronica basata prevalentemente su loop ritmici, con uno sguardo verso il nord Europa, la Spagna e il flamenco. Al centro il jazz, suonato dal vivo da un cast di musicisti tutti salentini. Compagni di questa avventura sono, come sempre, Marco Bardoscia (contrabbasso), Alessandro Napolitano (batteria), Ettore Carucci (piano), ovvero il combo del Locomotive insieme al quale Casarano ha dato il via a numerosi progetti musicali. Gli ospiti sono numerosi: William Greco (piano), Checco Leo (chitarra classica), Salvatore Cafiero (chitarre elettriche), Combass degli Après la classe (basso elettrico), Carla Casarano (voce), Alessandro Monteduro (percussioni), Daniele Di Bonaventura (bandoneon), Vertere String quartet con gli arrangiamenti di Simone Borgia, Marco Rollo (programmazioni e piano), e Giuliano Sangiorgi, voce dei Negramaro.

L'Associazione Culturale Transito si colloca nel cuore del centro storico di Lecce in Corte dei Mesagnesi n. 36, a pochi passi dalla chiesa Greca. Ingresso riservato ai soci. Per info: 3286222623

Domenica 4 aprile si festeggia Pasqua all'Istanbul Cafè di Squinzano, con le selezioni di Postman Ultrachic. Tra i primi animatori della scena indipendente salentina, Postman Ultrachic è un archivio vivente, un'enciclopedia di suoni e generi musicali. Da più di dieci anni dietro ai piatti, non è solo un dj, ma un cultore e un ricercatore di nuove sonorità possibili. La sua attività si è svolta sempre a cavallo tra musica e incursioni nella letteratura e nel video. La sua grande capacità di miscelare in un'unica selezione epoche e atmosfere più svariate e apparentemente distanti crea un flusso sonoro, una musica unica, in cui le assonanze tra generi diversi sembrano tracciare un percorso filologico, un legame tra tutto quello che è musica. E le sue feste sono un rito collettivo, un fiume di note che solo lui sa creare e dominare. Chi frequenta le sue serate si ritrova a ballare sulle canzoni più assurde, dagli anni 50 fino al 2000, seguendo un filo rosso che solo Postman Ultrachic conosce. Ha suonato nei Club di mezza Italia, conquistando tutti con il suo stile assolutamente personale ed elegante. Amante del vinile, come un artista attraversa i suoi periodi, momenti in cui i suoi ascolti inseguono un suono, un ritmo o un paese. Questo rende ogni sua esibizione unica, una sorpresa. Chi ha voglia di ballare, ma soprattutto di ascoltare e imparare è invitato a una serata del professore della danza morbida Postman Ultrachic.

Domenica 4 Aprile, presso l'Evenig Club di Monteroni, Fa'lacosagiusta e TTevents presentano: PASKAREGGAE Night, una dance hall storica con tre dei più grandi esponenti della musica reggae in Italia. Programma della serata: BUNNA ( from AFRICA UNITE), TERRON FABIO ( from SUD SOUND SYSTEM) e LAMPA DREAD ( from ONE LOVE), Rankin Lele e Papa Leu. A seguire DUB STEP e DRUM 'NBASS dance hall con MORENO e CUSCY ( from STEELA) e DJ TRACK. Start 23,00 - Ingresso 5 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Pasqua un'invasione di musica per tutti i gusti

LeccePrima è in caricamento