Domenica, 25 Luglio 2021
Concerti Viale de Pietro Michele

Terzapagina. “Dal pesce alla luna”. Radiodervish in concerto a Lecce

Il gruppo che ha proposto in Italia il progetto di "world music" approda stasera alle Officine Cantelmo per un concerto elegante, che rende omaggio ai primi quindici anni di carriera e alla raccolta uscita nello scorso autunno

Radiodervish

LECCE – Un racconto mediterraneo, fatto di suoni e culture, “arte” musicale in movimento dentro un cantautorato “sperimentale”: c’è tanto dentro il percorso di quindici anni di carriera dei Radiodervish, la band nata dall’incontro di Nabil Salameh e Michele Lobaccaro, e che ha raccolto le attenzioni di critica e pubblico, nella singolarità del proprio progetto di “world music”. Diversità e bellezza in dialogo come messaggio di pace, attraverso il linguaggio unico e diretto della musica. 

Stasera, con inizio alle ore 22 (ingresso 8 euro) alle Officine Cantelmo di Lecce, i Radiodervish terranno un atteso concerto, dentro il tour che presenta i brani di “Dal Pesce alla Luna”, la prima loro raccolta, uscita in autunno con Sony Music. Il titolo nasce da un’immagine usata spesso nei racconti Sufi, per indicare la totalità dell’universo: dal mare al cielo, si incontra tutto ciò che può essere conosciuto.

Nabil (canto, chitarra e bouzouki), Michele Lobaccaro (basso, chitarre, voce),  Alessandro Pipino (tastiere, fisarmonica), Riccardo Laganà (percussioni) propongono universi sonori che mescolano suggestioni etniche a delicate tessiture elettroniche. Il tutto fa da sfondo a forti melodie di respiro orientale e raffinate armonie d'occidente. Le storie si immergono nei complessi stati d'animo che abitano i popoli che condividono lo stesso mare.

Eleganti liriche narrano la precaria condizione di chi in occidente come in oriente vive le profonde trasformazioni di questa epoca caratterizzata da rivoluzioni, paure e speranze miste a decadenza. I Radiodervish traducono lo spaesamento e la rabbia in una poetica ricerca di senso che trova sbocco nella pratica artistica del dialogo tra mondi: visione di cui essi sono da sempre stati convinti sostenitori.

“Oggi più che mai – affermano - ci sembra che il nostro modo di fare musica possa essere un punto di riferimento per quello che dovrebbe essere il presente e il futuro della nostra società, ovvero la disponibilità a creare spazi di dialogo autentico tra diverse culture”. Info www.radiodervish.com

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terzapagina. “Dal pesce alla luna”. Radiodervish in concerto a Lecce

LeccePrima è in caricamento