Primo Maggio, terra e dignità: nove eventi in diretta Facebook sul lavoro agricolo

Maratona via web, per l’intera giornata, dalla “Casa delle agricolture Tullio e Gina” di Castiglione d’Otranto. Focus sull’accesso al cibo

Un'immagine delle attività a Castiglione d'Otranto.

CASTIGLIONE D’OTRANTO (Andrano) – Sulla pagina Facebook di “Casa delle agriculture Tullia e Gino” nuova maratona online sul tema "Terra e dignità, lavoro e agricoltura ai tempi del Covid-19". Nove gli eventi che si snoderanno durante tutta la giornata, da mattina a sera, per un programma per veicolare un messaggio chiaro: tutto “non” potrà essere come prima, perché è giusto che non lo sia. Coinvolte diverse realtà italiane ed estere, con particolare attenzione al Salento.

Alle 9,30 si parte dai più piccoli, con un viaggio dentro al mondo delle api: l’apicoltore Fabrizio Contaldo condurrà tutti all'interno dell'apiario di comunità di Casa delle Agriculture Tullia e Gino, un espediente per far capire ai bambini (ma anche agli adulti) l'importanza della cooperazione. Alle 10,30, “E tu cosa vuoi fare da grande?”, il videoalbum con i disegni dei più piccoli, a cura delle volontarie di "Verso l'Agriludoteca di comunità". Alle 11, 30, Chiara Vacirca, attivista dell’associazione, dialogherà in diretta con Francesco Nordio, Csa Veneto, per far conoscere “Oltreconfin: il distretto di economia solidale per un'agricoltura sostenibile”.mulino coronavirus(1)-2

Alle 12,30, si sbarcherà in Albania, per “Reinventare il lavoro agricolo: la lezione della Zadrima (Albania)”: con Rozeta Gradeci e i contadini del progetto "Alleanza per lo sviluppo e la valorizzazione dell' agricoltura familiare nel nord Albania" di Cospe Onlus, si conoscerà la reazione positiva che il territorio alle porte di Scutari ha avuto per salvare il lavoro dei piccoli contadini anche durante il lockdown. Alle 15, un’altra esperienza internazionale per parlare della quarantena in Africa, attraverso la risposta di una comunità contadina del Kenya, grazie a Karibuni onlus.  Si torna in Italia, alle 16, per affrontare il tema “Migrazioni, terra senza braccianti: il Covid mette in crisi il latifondo?”. E’ un approfondimento relativo alla situazione dei migranti impiegati nei campi come braccianti: il valore del loro lavoro è stato solo in parte compreso meglio durante questa crisi, per via delle difficoltà di spostamento delle persone che hanno lasciato senza manodopera le grandi imprese agricole. Con Angelo Cleopazzo, vicepresidente di Diritti a Sud, in particolare, si affronterà un focus sulla situazione di Nardò.

Alle 17, invece, si parlerà di “Accesso al cibo: più prossimità, meno grande distribuzione organizzata”, con la riflessione di Virginia Meo, Oltre Mercato Salento, realtà che da oltre un decennio, a Lecce, organizza il gruppo di acquisto presso le Manifatture Knos, affinando lo sguardo su tutto il territorio. Alle 18, “Ripensare il futuro, ripensare il lavoro: l’economia fondamentale nel post epidemia” è il tema della diretta fb con Angelo Salento, docente di Sociologia Economica e del Lavoro presso UniSalento. Alle 20, “Il lavoro secondo noi”: è una visita guidata virtuale all’interno del Mulino di comunità e alla sua capacità di reinventarsi in tempi di Coronavirus, assieme alla coop. Casa delle Agriculture. Si chiuderà alle 21 con un canto di lavoro nella performance di Cuspide Malva e delle sue voci femminili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo colpo al business della droga a Melissano: all’alba 23 in manette

  • Puglia, positivo il 13 per cento dei tamponi. Un cluster a Castrignano de' Greci

  • Notte di terrore: entrano in casa in quattro, uomo bloccato e rapinato

  • Il lusso targato Renè de Picciotto: dal lido di Savelletri alla terrazza pensile di Lecce

  • Covid-19, balzo al 6,5 per cento dei nuovi infetti: sono 350 in Puglia

  • In centinaia ne “La Fabbrica”, piomba la polizia: locale chiuso cinque giorni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento