Eventi

Rodigan, il grande raggae al festival di Casalabate

Altri appuntamenti: lo Streamfest a Galatina per promuovere la cultura ecodigitale con tanti artisti, a Lizzanello ritorna il reggae con Ki-Mani Marley e i Boom da Bash a S. Andrea

"Casalabate Music Festival 2011" apre con il concerto di David Rodigan (https://it.wikipedia.org/wiki/David_Rodigan), sabato 6 agosto. La manifestazione Casalabate Music Festival è nata con il preciso scopo di restituire alla marina di Casalabate l´ immagine di favolosa località turistica ormai persa negli anni, i promotori dell´evento possono ormai considerarsi profondi conoscitori della zona a livello socio culturale, negli anni scorsi infatti hanno organizzato proprio nella marina di Casalabate i due consecutivi premi Tautor Adriensis e altre sei edizioni di MedFest, i quali hanno avuto un influenza ottima sulla Marina, che non a caso da qualche anno è ritornata a far parlare di se, e non per fatti di cronaca nera.

La posizione Strategica della Marina di Casalabate, al confine tra le province di Brindisi e Lecce, facilmente raggiungibile tramite vie di comunicazione che tutti i turisti che fruiscono le bellezze salentine percorrono, (vedi la SuperStrada Le-Br, la Via Litoranea Salentina la strada statale 7ter che collega la provincia di Lecce a quella di Taranto).
Per avere un anteprima di Rodigan
(https://www.youtube.com/watch?v=1cuFwk7OgPw).

Boom da Bash e Cool Steppers Band insieme per festeggiare i vent'anni del Porticciolo Bar di S. Andrea, luogo storico per tutti gli amanti della musica reggae. Tutta la notte, per l'appuntamento di sabato 6 agosto, a partire dalle 23, si potrà sentire l'energia musicale che risuona nel mare di S. Andrea, per danzare in queste calde notti d'estate.

Molto attesi i Boom da Bash con il loro ultimo lavoro, Mad(e) in Italy, che ha riscosso un successo invidiabile già con l'anteprima del video "Murderer", dove si legano i temi più emergenti del nostro sud insieme ad un sound internazionale.

Il singolo "Murderer" e il loro ultimo lavoro mostra come i Boomdabash abbiamo trovato una giusta armonia tra il loro essere legati alla terra nella quale sono nati, senza dimenticare l'importanza di un suono che può arrivare ad un pubblico nazionale.

Il reggae a Lizzanello con PEACE and UNITY 2011

Continua il Rootz Reggae Festival "PEACE and UNITY 2011", con la seconda data che vedrà sul palco il 5 agosto dalle 22 l'artista internazionale nonché figlio del leggendario e grande Bob Marley, Ky-Mani Marley, che sarà per la prima volta nel Salento a onorare e ricordare il trentennale della scomparsa del Re e Profeta del Reggae.

Il luogo che ospiterà l'evento è sempre il Campo Sportivo di Lizzanello, dove la serata si apre con gli artisti locali Heart on Fire, Meet JAH e gli italiani Heavy Hummer vincitori del Riddimclash 2010.

Il cognome Marley sarà per sempre di proprietà giamaicana, il suo suono è riconosciuto in tutto il mondo e ricorda agli occhi del mondo il pioniere di una rivoluzione culturale, politico e sociale.

Ky-Mani è un nome su misura per una artista carismatico il cui nome nel linguaggio est africano significa "viaggiatore avventuroso". Ky-Mani ha alle sue spalle tre album: The Journey (Shang), del 1999, Many More Roads (Fractal Ent/Reggae Vibes) del 2001, che ottenne la nomination per il Grammy Award come miglior Album Reggae e Radio (Vox), del 2007, più hip hop dei suoi album precedenti, che ha raggiunto il 1° posto nel tabellone della classifica degli album reggae.
Streamfest a Galatina

Un altro importante appuntamento con la musica elettronica a Galatina, con il festival eco digitale Streamfest, che giunge alla quinta edizione e aspetta tutti gli amanti del genere agli appuntamenti del 10 e 11 agosto nelle piazze del centro storico di Galatina.

Le performance e i workshop sono curati da due principali collettivi artistici italiani, The Fooders e Arabeschi di Latte, che studiano i legami tra il cibo e le altre arti e il laboratorio-performance Musica da cucina di Fabio Bonelli che cattura i suoni della cucina per ricamare suggestive melodie elettroacustiche, i suoni dei salentini Insintesi, sospesi tra devozione alle radici e derive futuribili del Dub.

"Man-Jam" andrà a chiudere il programma del festival: con un progetto tra Populous, il sassofonista Raffaele Casarano, il visual artist Hermes Mangialardo e i cuochi di The Fooders.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rodigan, il grande raggae al festival di Casalabate

LeccePrima è in caricamento