Dopo gli appelli

Amministrative, centrodestra accelera: fissata la data per il confronto tra partiti

Nell’appuntamento previsto per il prossimo 11 novembre all’hotel Tiziano i responsabili di coalizione proveranno a mettere le basi per un percorso teso a trovare programmi comuni e un candidato sindaco condiviso

LECCE – Il passo atteso è arrivato anche se si consumerà a distanza di una settimana dalla prima data prevista: il centrodestra leccese s’incontrerà il prossimo 11 novembre per definire un progetto politico-amministrativo che porti, nel più breve tempo possibile, all’indicazione del miglior candidato sindaco per la sfida elettorale della prossima primavera.

Che ci fosse bisogno di correre e sbaragliare gli indugi era ormai chiaro con inviti da più parti a fare presto, a non perdere tempo e soprattutto ad indicare una data concreta da cui far partire un percorso unitario e condiviso. Gli ultimi erano stati i parlamentari Erio Congedo e Roberto Marti a spingere per un tavolo di confronto da convocare entro il 5 novembre.

Sulla data scelta si andrà leggermente più lunghi, essendo posticipata di una settimana, ma qualcosa si muove. Nella nota diramata dai responsabili dei partiti di centrodestra, tra cui i già citati Roberto Marti (Lega), Saverio Congedo (Fratelli d’Italia) e a cui si aggiungono Andrea Caroppo (Forza Italia), Alessandro Colucci (Noi Moderati), Antonio Manca e Carmelo Isola (Udc), si precisa che l’incontro si terrà all’hotel Tiziano di Lecce, alle 11, e che sarà allargato a tutte le forze che si ritrovano nella coalizione, ma allo stesso tempo anche a movimenti e associazioni del territorio che vorranno dare il proprio contributo.

Chiaro l’obiettivo di rendere quanto più inclusivo il soggetto civico che dovrà contrapporsi al centrosinistra di governo. Al tavolo non è per il momento previsto che si parli di nomi, dopo settimane in cui erano emersi profili indicati da più parti come possibili candidati (Paolo Pagliaro, Ugo Lisi o Adriana Poli Bortone i più quotati, ndr): l’intenzione è quella di fare squadra e di lanciare una base programmatica da cui poter lanciare la propria azione.

Movimento Schittulli: "Pronti al confronto finalizzato al rilancio della nostra comunità"

Intanto Gianfranco Delle Rose, in qualità di coordinatore provinciale del Movimento Schittulli per la Provincia di Lecce e, a seguito della riunione regionale con gli altri coordinatori tenutasi nella giornata di ieri venerdì 3 novembre in call-conference, fa sapere che il movimento sia impegnato a "rilanciare i principi fondanti, ispirati alla libertà, tolleranza e solidarietà", e "per la difficoltà in cui vive il nostro territorio, la programmazione organizzativa sarà rivolta essenzialmente alla problematica sanità, scuola e lavoro". Per questo il movimento, chiarisce Delle Rose, si rende disponibile "ad un libero confronto finalizzato al rilancio della nostra comunità". Resta da chiarire se dentro questo invito ci sia anche un riferimento legato alla competizione elettorale nel capoluogo salentino. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amministrative, centrodestra accelera: fissata la data per il confronto tra partiti
LeccePrima è in caricamento