Consiglio comunale dell'11 febbraio 2016:

"Ancora due no dalla maggioranza consiliare del sindaco Albano"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

Nel Consiglio comunale dell'11 febbraio 2016, si registrano ancora dei "NO" a delle proposte sollecitate dal gruppo di minoranza consiliare "Cambiare Rotta" , Francesco Schito e Stefano My.

1° "NO": il Sindaco e la sua maggioranza hanno respinto la possibilità di impegnarsi al mantenimento dello storico Comando locale della Guardia di Finanza a Porto Cesareo in sede alternativa a Torre Cesarea, la torre dovrebbe essere acquisita dal Comune di Porto Cesareo.
Il gruppo "Cambiare Rotta" ha chiesto un impegno del Sindaco a mantenere il Comando in una sede alternativa tra i beni immobili comunali esistenti (di cui alcuni in uso da cittadini privati) e quelli in prospettiva. Invece, si è certificato che la politica è stata incapace a trovare una soluzione, ci si è giustificati affermando che è troppo tardi, ormai il Comune di Nardò è pronto per assorbire il Comando locale di Porto Cesareo.
Insomma si evince che l'Amministrazione comunale è felicissima di acquisire lo storico monumento "Torre Cesarea" - lo siamo tutti, ci mancherebbe - ma è indifferente a mantenere a Porto Cesareo un'istituzione come la Guardia di Finanza in un momento storico di: crescita demografica, turistica, economica, lotta all'evasione fiscale, esigenza di "divise" in paese per rassicurare il cittadino di fronte a casi di violenza e furti in aumento.

Secondo noi, anche il voto simbolico favorevole avrebbe dato maggiore stile e riconoscimento dell'Amministrazione comunale verso il Comando locale della Guardia di Finanza e alla sua storica presenza sul territorio.
Un tentativo per ingegnarsi a trovare una soluzione si poteva fare ma non hanno voluto!

2° "NO": il Sindaco e la sua maggioranza hanno respinto la possibilità dello spostamento temporaneo della sala consiliare dalla Biblioteca comunale presso l'atrio delle Scuole Medie.
Secondo un nostro studio di fattibilità illustrato in Consiglio, l'impatto dell'adunanza consiliare presso l'atrio delle scuole di via Piccinni - oggi meno usato dagli utenti - sarebbe più basso e sarebbe doveroso "liberare" la Biblioteca e le sue potenzialità culturali.
Al momento, la Biblioteca è più attiva e ha più potenziale dell'atrio scuole, pertanto, merita la priorità!
A Porto Cesareo la Sala consiliare e la Biblioteca comunale coincidono, un caso ambito comunale anomalo e raro. E' una convivenza che dura da più di 10 anni e non ci sono soluzioni in prospettiva; questo impedisce di fatto il cambiamento fisico (per esempio non si possono mettere divisori nella sala) e quindi lo sviluppo di attività innovative della Biblioteca comunale: oggi la Biblioteca è "ostaggio" delle adunanze consiliari che la trasformano fisicamente e che la interrompono nei suoi orari di servizio.
Noi Consiglieri comunali di Cambiare Rotta, con la proposta, sostenuta da centinaia di cittadini firmatari, ambivamo a immaginare una Biblioteca comunale al 100%, al passo con i tempi con quelle dei Comuni virtuosi dove già fisicamente sono predisposte per attività ludiche, ricreative, laboratoriali; era una prova di investimento nella Cultura. Oggi non è possibile nemmeno prendere un caffè, magari anche "letterario".
Questa è la migliore soluzione possibile, la sala consiliare resta qui: è stato questo, in sintesi, il messaggio dichiarato dalla maggioranza.
Nel confronto, "note sgradevoli" della stessa maggioranza sono state: "4 gatti" riferito, se pur in modo inoffensivo, ai cittadini che assistono ai Consigli comunali e le espressioni dialettali negli interventi.

"Cambiare Rotta", opposizione costruttiva, nonostante l'aumento della collezione di "NO" della maggioranza consiliare, prosegue a incalzare il cambiamento a Porto Cesareo dai banchi dell'opposizione toccando svariati contesti.

Rinnoviamo l'invito a quanti desiderassero aderire e collaborare con il gruppo.

Porto Cesareo, 12 febbraio 2016.

Consiglieri comunali di "Cambiare Rotta",

Francesco Schito e Stefano My.

Email: cambiare.rotta@libero.it

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento