rotate-mobile
Fibrillazioni politiche / Novoli

“Prima Novoli” porta tensioni in consiglio. Assessora e presidente: “Così maggioranza sgretolata”

La costituzione di un gruppo da parte dell’assessore D’Ambrosio con due consigliere di minoranza divide e genera la presa di posizione di due Spedicato e Rizzo: “Aperta campagna trasferimenti per il voto del 2024”

NOVOLI – Costituito un nuovo gruppo consigliare a Novoli, ma la scelta rischia di creare problemi all’interno della maggioranza in carica: è notizia dei giorni scorsi, infatti, la decisione dell’assessore, Giovanni D’Ambrosio, vicino alla Lega, e di due consigliere comunali, Federica Pezzuto e Annaviola Gravili, quest’ultime provenienti dai banchi dell’opposizione, di fondare in seno all’assise il gruppo “Prima Novoli”.

La comunicazione è arrivata con una nota indirizzata al sindaco e alla presidenza del consiglio comunale, chiarendo un’azione “propositiva, attiva e di controllo”. La capogruppo sarà Annaviola Gravili. Nelle dichiarazioni iniziali l’assessore D’Ambrosio ha chiarito la volontà di lavorare con senso di responsabilità nel rispetto del mandato ricevuto e in continuità con quanto finora operato, ma con un supporto ulteriore e maggiormente motivato.

Ma la scelta crea fibrillazioni e l’assessora, Sabrina Spedicato, e la presidente del consiglio comunale, Simona Rizzo, parla di “sgretolamento del gruppo Insieme per Novoli” per “volontà della Lega”, che “con la nascita del gruppo politico Prima Novoli genera una falla in seno al governo locale”: “L’assessore del Carroccio – precisano - ha di fatto aperto la campagna trasferimenti in vista delle elezioni amministrative del 2024. A memoria d’uomo non si ricorda a Novoli un doppio passaggio di casacca che porta ben due consigliere di opposizione dall’altra parte della barricata, in sfregio alla volontà del loro stesso elettorato”.

“Illustrata con estrema semplicità la cronaca politica dell’ultim’ora – scrivono in una nota -, non possiamo che chiedere al sindaco ed al suo alter ego, nonché capogruppo ed assessore Tonio Roma, di prendere atto del naufragio del gruppo Insieme per Novoli”.

Le due rappresentanti istituzionali lamentano di aver appreso di questi nuovi cambi direttamente in consiglio comunale, senza una comunicazione in riunione di maggioranza da parte del sindaco: “Viene quindi spontaneo pensare – scrivono - che questa sia un'operazione politica condivisa dal resto della maggioranza per fini elettorali. È sotto gli occhi di tutti che quello a cui i novolesi stanno assistendo da ormai lungo tempo è dovuto ad una precisa volontà e, soprattutto, all’assenza di condivisione e collegialità nell’attuazione del programma politico – amministrativo”.

Sabrina Spedicato Simona Rizzo

Spedicato e Rizzo ribadiscono che, nonostante la perplessità sull’operato del governo locale, abbiano deciso di rimanere in maggioranza per dovere istituzionale e soprattutto per non innescare l’ennesima crisi a Palazzo di città: “Ecco perché, oggi più di ieri – evidenziano -, è lampante come questo atto di vera trasformazione, studiato a tavolino, sia partito già nel febbraio del 2022 con la redistribuzione delle deleghe assessorili. Un’attività degna del miglior ‘Manuale Cencelli’, pianificata e non condivisa, che ha segnato il reale cambio di verso di questa amministrazione, avviando un’operazione partitica che svuota il senso civico della ormai ex compagine ‘Insieme per Novoli’, ad ora chiaramente sbilanciata verso i soliti poteri forti”.

“A noi – concludono - quindi non resta altro che cercare quantomeno di porre un freno ad un domino ormai chiaro a tutti, valutando di atto in atto la bontà dei provvedimenti che si intenderà adottare, così come da tempo abbiamo già iniziato a fare”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Prima Novoli” porta tensioni in consiglio. Assessora e presidente: “Così maggioranza sgretolata”

LeccePrima è in caricamento