rotate-mobile
Salute

Donati 22 televisori: saranno installati nelle stanze dei reparti di Neuro e Cardiochirurgia

Promotrice dell’iniziativa è l’associazione “Cuore e mani aperte - OdV”, che da ventidue anni opera all’interno del nosocomio leccese su iniziativa del cappellano

LECCE – Ventidue televisori contro le assenze e i silenzi. Sono stati donati questa mattina, all’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, rispettivamente ai reparti di Neurochirurgia e Cardiochirurgia.  Promotrice dell’iniziativa è l’associazione “Cuore e mani aperte - OdV”, che da ventidue anni opera all’interno del nosocomio leccese su iniziativa del cappellano del Fazzi, don Gianni Mattia.

La donazione – che non si limita alla sola consegna dei televisori, ma si completa con l’installazione degli stessi nelle stanze di degenza, così che possano essere fruibili da subito - si inserisce nell’ambito della missione dell’ente del Terzo settore presieduto dal cappellano.

Per don Gianni Mattia: “Alle volte le coincidenze sembrano indossare vesti che le ricoprono di significati non subito evidenti. Oggi ricorre la Giornata mondiale della popolazione incentrata anche, tra le altre cose, sul riconoscimento dei diritti fondamentali dell'uomo. Indubbiamente tra i diritti fondamentali vi è il diritto alla salute e questo passa anche attraverso il diritto alla cura e per noi essa non è data solo da terapie, farmaci, bende, operazioni, ma da tutto ciò che può ricordarci che siamo vita. E come può una tv fare e offrire questo? Lo so sembra quasi una cosa frivola legata al consumismo eppure, a ben pensarci, la tv riempie assenze e silenzi dando a chi è solo volti, storie, suoni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donati 22 televisori: saranno installati nelle stanze dei reparti di Neuro e Cardiochirurgia

LeccePrima è in caricamento