rotate-mobile
Una storia colorata / Galatone

Il maestro e la baby pittrice: incontro artistico, e nasce il quadro dell’estate

La piccola Cecilia, appena 4 anni, di Galatone si è recata a Guagnano, nella sede artistica del maestro salentino Vincent Brunetti e con lui ha realizzato un’opera su tela. Un talento inusuale per la padronanza nell’uso di tecniche, pennelli e colori sin dai primi mesi di vita

GALATONE - Una storia colorata per ravvivare le giornate estive e strappare un sorriso, denso di ammirazione, e per rifuggire i rivoli contorni della cronaca ammorbata da lamiere contorte o da detriti bruciacchiati di incendi dolosi.

E’ quella vissuta dalla piccola Cecilia (al secolo e all’anagrafe Cecilia Zambonini), una piccola bimba prodigio di soli 4 anni, originaria con la sua famiglia di Galatone, che nei giorni scorsi ha incontrato quello che nel suo immaginario potrebbe rappresentare il suo idolo o personaggio preferito, in quanto legato alla sua grande e innata passione: l’arte della pittura.              

Non solo bambole, treccine e personaggi dei cartoni animati preferiti. Per la piccola Cecilia è la predilezione artistica per colori, tavolozze e pennelli, la vera  e innata vocazione. E già in questa tenera età dimostra una capacità e una padronanza nella tematica pittorica che non sono usuali. Un talento in erba e da coltivare con dedizione, riconosciuto non solo dai suoi genitori e familiari più vicini, ma anche da artisti ed esperti che l’arte la masticano e la estrinsecano dall’alto della loro esperienza.                  

“La nostra Cecilia, ora ha quattro anni, ma già sin da piccola ha dimostrato sin da subito di avere la passione verso l’arte” racconta con un po’ di ritrosia mamma Lina, “infatti a soli dieci mesi già manifestava un’insolita ispirazione e una amore specifico verso la pittura, maneggiando con molta abilità pennelli ed acquerelli. Per noi poteva sembrare una cosa normale come per tanti altri bambini, ma ci hanno fatto notare che la passione di Cecilia, prima ancora di camminare e parlare, a quella età così prematura era da considerare una cosa fuori dal normale, nel senso buono della cosa ovviamente”.  

Immagine WhatsApp 2023-06-22 ore 18.32.57     

“Cecilia sin da subito quindi ha manifestato amore e passione per la pittura su tela, e infatti con un semplice cavalletto dipinge ora a ritmo di musica, soprattutto quella classica di Mozart. Noi genitori abbiamo preso a cuore l’amore di Cecilia verso l’arte sperando di farla continuare su questa strada e aiutandola a coltivare il suo colorato talento”.

Qualche giorno la famiglia di Cecilia si è recata a Guagnano, nella sede artistica, molto conosciuta,  della casa del maestro salentino Vincent Brunetti, il quale è rimasto molto meravigliato dall’abilità della bambina e si è prodigato per darle dei consigli tecnici affinché possa sviluppare maggiormente il suo talento. L’artista  e i genitori hanno convenuto  che Cecilia,  con dei semplici pennelli e dei colori, senza limiti né regole, riesce da sempre ad esprimere su tela sensazioni ed emozioni, stimolando anche molto l’immaginazione.

Dall’incontro generazionale e artistico tra Vincent Brunetti e la baby pittrice Cecilia è venuta fuori una tela dipinta congiuntamente, con una farfalla multi colorata come soggetto principale, che è stata ribattezzata il quadro dell’estate. Con tanto di firma, in calce, di entrambi gli autori.

La promettente Cecilia, figlia e nipote di noti imprenditori nel settore edile di Galatone, ha esibito, senza timore e tentennamenti, l’innata vena artistica, dinnanzi al maestro di Guagnano.

Una passione forse  ereditata e tramandata dai suoi parenti. Nella famiglia di Cecilia l’arte è, per molti aspetti, di casa. Uno zio, Alviero Zollino, è un pittore e scultore  noto per le sue opere, mentre un cugino, Sergio Mandorino, è stato anche nominato, dall’allora presidente della Repubblica, Oscar Luigi Scalfaro, in qualità di ambasciatore d'arte nel mondo.

Immagine WhatsApp 2023-06-22 ore 18.31.51

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il maestro e la baby pittrice: incontro artistico, e nasce il quadro dell’estate

LeccePrima è in caricamento