Lunedì, 14 Giugno 2021
Sport

Caturano ai box per tirare il fiato, Marconi chiamato a riconfermarsi

L'attaccante napoletano, che fino ad oggi ha fatto un lavoro straordinario anche dal punto di vista fisico. ha bisogno di recuperare

Marconi a Reggio Calabria.

LECCE - Caturano partirà dalla panchina nella partita che il Lecce disputerà domani, sabato, contro la Vibonese, valida per l'ottava giornata di ritorno del girone C della Lega Pro che vede i giallorossi in testa con due punti di vantaggio sul Foggia e sei sul Matera.

Il bomber napoletano, oltre agli acciacchi al ginocchio per i quali si è sottoposto anche a una visita specialistica a Roma, ha dovuto fare i conti anche con un attacco influenzale nella settimana che ha preceduto la gara di Reggio Calabria e quindi ha necessità di tirare il fiato: tra l'altro gli viene richiesto un gioco molto dispendioso che include un sostanzioso aiuto ai compagni in fase di non possesso.

Giocherà quindi Marconi che sabato scorso ha sbloccato il risultato con un gran gol. "Marconi deve riconfermarsi, non per forza con un eurogol - ha detto mister Padalino in conferenza stampa - ma come un componente che in questa squadra ricopre un ruolo importante. Da lui mi aspetto continuità e che migliori la prestazione, soprattutto dal punto di vista fisico, rispetto a Reggio Calabria".

Il Lecce dovrà fare i conti, ha spiegato il tecnico foggiano, con una squadra che è sì penultima in classifica ma che si sta esprimendo piuttosto bene: prima ha pareggiato con il Cosenza, poi è andata a vincere a Caserta, infine ha perso di misura in casa con la Juve Stabia. Per i salentini l'assenza di Saraniti non è certo una cattiva notizia: all'andata l'attaccante fece una doppietta (la gara fini 2 a 2), praticamente un terzo del suo bottino complessivo. 

Ma con tutto il rispetto per gli avversari di turno, il Lecce deve temere se stesso. Lo ha detto chiaramente il suo allenatore: "Ogni gara ha la sua importanza se finalizzata all’obiettivo finale, oggi più che mai giochiamo contro il tempo, contro noi stessi prima che contro squadre che vorranno ovviamente metterci in difficoltà".

I giallorossi sono cioè padroni del loro destino e quindi solo con la continuità potranno continuare a esserlo. Da questo punto di vista, Padalino si è detto convinto di aver tratto dal match di Reggio Calabria indicazioni importanti: "Il bivio era evidentemente tra fare una buona prestazione senza risultato, oppure addirittura incappare in un incidente di percorso, e invece fare prestazione e risultato, come effettivamente è stato. I ragazzi hanno dimostrato di sapere per cosa stiamo giocando. Sono carichi e spero che domani diano un'altra dimostrazione di compattezza, così come fanno ogni giorno in allenamento".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caturano ai box per tirare il fiato, Marconi chiamato a riconfermarsi

LeccePrima è in caricamento