Giovedì, 23 Settembre 2021
Sport Parabita

Bolidi rossi, calato il sipario sulla terza edizione

Tempo di bilanci, prima di aprire la finestra sul futuro. Nello scorso fine settimana un angolo del Salento ha subito "l'invasione" di circa quaranta Ferrari

IMG_8279

Calato il sipario sulla terza edizione del raduno Bolidi Rossi è tempo di bilanci, prima di aprire la finestra sul futuro. Nello scorso fine settimana un angolo del Salento ha subito "l'invasione" di circa quaranta Ferrari. Auto da sogno, valorizzazione del territorio, solidarietà: questi gli obiettivi dell'associazione Bolidi Rossi di Parabita, che di anno in anno sta raggiungendo con successo.

"Dire che sono soddisfatta dei risultati ottenuti con il Raduno Bolidi Rossi è riduttivo. Il lungo e laborioso lavoro organizzativo ha dato i suoi frutti, devo ringraziare tutto lo staff dei collaboratori se quest'anno la nostra manifestazione ha compiuto il salto di qualità. Un grazie particolare va alle aziende sponsorizzatrici e alle amministrazioni comunali di Parabita, Casarano e Gallipoli", dichiara Elisa Giannelli, presidente di Bolidi Rossi.

" Abbiamo riscontrato un maggiore interesse del pubblico, delle istituzioni, come pure dei media, segno evidente che il progetto è valido ed ha fondamenta solide. I partecipanti all'evento, vecchi e nuovi, giunti con tanto entusiasmo da Campania, Calabria, Basilicata, oltre che da diverse città pugliesi, hanno messo in bella mostra le Ferrari, ognuna con le sue particolarità. Nelle soste di Gallipoli, Casarano e Parabita abbiamo toccato una quota importante in fatto di presenze, di appassionati delle rosse o di semplici curiosi. La vera attrazione, poi, è stata la gara a tempo tenuta alla Pista Salentina di Ugento, dove le performance dei piloti sono state apprezzate dal numeroso pubblico. Il momento più significativo che ricorderemo dell'evento appena archiviato è stato l'incontro con i ragazzi del "Progetto Solidarietà".

"Continua il nostro impegno per dare un aiuto ai meno fortunati, anche quest'anno abbiamo raccolto dei fondi, grazie al contributo dell'associazione che rappresento, dei ferraristi e dei cittadini di Parabita, che hanno saputo lanciare un messaggio di grande sensibilità. Tutto questo ci da la forza per andare avanti, ma per continuare a crescere abbiamo bisogno di una più stretta collaborazione delle istituzioni: comuni, provincia e regione." conclude Elisa Giannelli. " Non vogliamo fermarci, ci impegneremo per rendere ancora più ricco il programma della prossima edizione, con nuove manifestazioni collaterali."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bolidi rossi, calato il sipario sulla terza edizione

LeccePrima è in caricamento