rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Calcio

Il Lecce prova l'assalto al primo posto, ma il Vicenza non è da ultimo posto

Alla vigilia della gara contro i berici, già rinviata due volte, l'allenatore dei salentini studia le mosse per tenere al massimo possibile i giri del motore della sua squadra

LECCE - Alla vigilia della sfida al Vicenza, valida come recupero della penultima giornata del girone di andata e già rinviata due volte, il primo obiettivo di mister Baroni è quello di avere in campo una squadra il cui motore giri al massimo possibile in questo momento. L'occasione, infatti, è ghiotta: dopo la vittoria di domenica contro la Cremonese, centrando il bottino pieno il Lecce si affaccerà al primo posto.

Anche le insidie, però, sono dietro l'angolo: l'avversario è sì all'ultimo posto (con un'altra gara da recuperare oltre a quella di domani sera), ma nel corso della sessione invernale del mercato i dirigenti del club berico sono stati molto attivi: dall'attaccante Teodrczyk che vanta anche presenze nella nazionale maggiore polacca al difensore centrale De Maio (dall'Udinese); dal terzino sinistro Lukaku (dalla Lazio) al trequartista Da Cruz (dal Parma); dal centrocampista portoghese Bikel (dal Vancouver) alla mezzala destra Charles Boli (dal Lens). Domenica il Vicenza ha pareggiato 3 a 3 in casa contro il Cittadella. 

In conferenza stampa l'allenatore del Lecce ha tagliato corto sul rischio di vertigini da alta quota: "Noi dobbiamo pensare alla nostra prestazione più che all'avversario perché loro i giocatori forti li hanno, a mettere in campo piglio e concentrazione. Sono convinto che anche se reduci da tre partite in una settimana non sbaglieremo l'approccio". 

Per quanto riguarda la formazione da schierare, il tecnico fiorentino sta valutando alcune modifiche all'undici di partenza proprio per sfruttare tutti i cavalli disponibili: ci potrebbe essere spazio sin dall'inizio per Faragò, per Listkowski e forse anche per Calabresi: "Domani mattina faremo ancora una seduta, voglio prendermi ancora qualche ora di tempo ma ci potrebbero essere delle variazioni rispetto a domenica, nell'economia di una gara complicata in cui dovremo andare forte, mettere in campo idee e determinazione. Calabresi ci ha sempre dato tanto, sotto tutti gli aspetti, Gendrey ha giocato due gare ravvicinate, così come Barreca: sicuramente sugli esterni avremo bisogno di tanta corsa, nella mia testa immagino l'alternanza anche in gara. L'importante è che in campo ci sia gente che non pensi alla classifica ma alla prestazione".

Il match, in programma alle 20, sarà diretto da Guida di Torre Annunziata, al Var Massimi di Termoli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Lecce prova l'assalto al primo posto, ma il Vicenza non è da ultimo posto

LeccePrima è in caricamento