rotate-mobile
Domenica, 3 Dicembre 2023
Calcio

Nardò e Casarano, da risolvere i rebus legati alle rispettive panchine

I granata vogliono continuare con Nicola Ragno, ma tutto dipenderà dalla categoria in cui militeranno il prossimo anno; da decifrare invece il futuro di Antonio Foglia Manzillo in rossoblù

Tempo di riflessione per il Nardò e per il Casarano, pronti a muovere i primi passi verso la prossima stagione. Seppur con obiettivi e prospettive diverse. I granata sono reduci dalla vittoria dei playoff contro la Cavese e ambiscono ad un ripescaccio in C; per i rossoblù invece è stata un'annata altalenante conclusa proprio al primo turno della postseason, con le aspettative iniziali che erano alte: C'è insomma la voglia di riscattarsi. Entrambe le formazioni in questi primi giorni d'estate sono chiamate a risolvere il nodo allenatore.

Tramite un comunicato ufficiale pubblicato qualche giorno fa, il Nardò ha manifestato la volontà di proseguire il percorso con Nicola Ragno a prescindere della categoria in cui militerà. C'è la piena volontà di proseguire il matrimonio, anche se il tecnico proprio dopo il match contro la Cavese aveva rivelato di non poter guidare la squadra in Serie C per impegni lavorativi; senza considerare che lo stesso Ragno è cercato da altri club del girone H. La situazione è in stallo, poiché molto dipenderà appunto dal destino della squadra.

Ci ragiona su anche il Casarano. Gli scenari al momento restano incerti poiché la società sta valutando la posizione di Antonio Foglia Manzillo, subentrato a Giovanni Costantino lo scorso febbraio e in scadenza di contratto a fine giugno. Resta la possibilità di andare avanti insieme, tuttavia la dirigenza avrebbe già compiuto dei sondaggi con altri allenatori, il che fa pensare come le riserve non siano state sciolte del tutto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nardò e Casarano, da risolvere i rebus legati alle rispettive panchine

LeccePrima è in caricamento