Sport

Il Foggia stende il Matera e lancia al Lecce il guanto della sfida

Il match più atteso della giornata si è concluso con un perentorio 3 a 1 a favore dei rossoneri che così restano a due punti di distanza dai giallorossi, primi in classifica

Stroppa, il tecnico del Foggia.

LECCE – La vittoria del Lecce a Reggio Calabria, maturata nel pomeriggio di ieri, ha trovato in quella del Foggia sul Matera, in serata, il completamento per una chiave di lettura completa della 26giornata del girone C della Lega Pro. La distanza tra i giallorossi, primi in classifica, e i rossoneri è rimasta di due punti, mentre la squadra di Auteri è scivolata a meno sei dai salentini.

Quella formazione che proprio al “Via del Mare” parve di un altro pianeta, imponendosi per 3 a 0 e che poi ha proseguito la sua corsa con regolarità notevole, è ora incappata in una striscia negativa di tre sconfitte consecutive. I dauni, invece, che una settimana prima avevano perso 2 a 0 a Taranto, si sono subito rimessi in corsa lanciando alla squadra di Padalino il guanto della sfida.

La situazione quindi restituisce al Lecce la consapevolezza di essere arbitro del proprio destino. Il pezzo di strada che manca alla fine del percorso è, come ovvio che sia, complicato e impone una gestione con la massima lucidità possibile: il calendario, infatti, prevede, tra l’altro, le trasferte a Foggia e Matera. E se è vero che i campionati si vincono in primavera, è bene arrivarci pronti mentalmente: il che significa, innanzitutto, evitare quelle oscillazioni umorali che drammatizzano all’inverosimile una partita andata storta e che, di contro, trasformano le vittorie in antipasti di un trionfo. E’ una raccomandazione, questa, che si ripete con cadenza periodica.

Allora, più che concentrarsi al prossimo impegno, quello di sabato in casa contro la Vibonese, non si può fare. Saranno gli altri a doversi preoccupare di cosa fa il Lecce oltre che di cosa fanno loro. E’ già qualcosa.

Classifica e prossimo turno

La classifica: Lecce 55, Foggia 53, Matera 49, Juve Stabia 48, V.Francavilla 45, Fondi e Cosenza 38, F.Andria 37, Catania e Casertana 36, Siracusa 35, Paganese 30, Monopoli 29, Messina 27, Taranto 25, Catanzaro e Akragas 24, Reggina 23, Vibonese 19, Melfi 17.

La 27esima giornata: Cosenza-U.Fondi; Akragas-Foggia; Taranto-Catanzaro; Lecce-Vibonese; Matera-Siracusa; Melfi-Paganese; Casertana-Virtus Francavilla; Juve Stabia-Reggina; Messina-Catania; Monopoli-Fidelis Andria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Foggia stende il Matera e lancia al Lecce il guanto della sfida

LeccePrima è in caricamento