Domenica, 19 Settembre 2021
Sport

Contessa riannoda i fili della storia con Lecce: "Cerco doppia soddisfazione"

Il difensore di Francavilla Fontana ha militato nel settore giovanile dei giallorossi, ma nel 2008 le strade si divisero. Adesso è tornato, più determinato che mai

Una foto dal ritiro di Cotronei.

LECCE - E' rientrato alla base senza rancori, ma con la determinazione di volersi prendere le soddisfazioni che alla prima occasione non ha saputo cogliere. 

La storia che lega al Lecce Sergio Contessa, esterno difensivo di 26 anni, originario di Francavilla Fontana, inizia con una lunga trafila nel settore giovanile, dai Giovanissimi fino alla Primavera, con Marcello, Maragliulo (lo scorso anno a Lanciano in serie B, oggi al Nardò) e Brunetti, si interrompe nel 2008, quando il ragazzo ha 18 anni, e si rimette in moto quando il direttore sportivo, Mauro Meluso, lo riporta a casa. 

"Ritornare a vestire ora la maglia giallorossa - ha commentato il calciatore dal ritiro di Cotronei - non posso vederla come una rivincita, perché le cose sono cambiate nel corso degli anni. Ovviamente non nutro alcun rancore per come sono andate le cose, anzi, ho sempre seguito le sorti del club giallorosso. Ora mi si presenta una grossa opportunità, una delle più grandi, perché avere la possibilità di prendermi delle soddisfazioni a casa mia varrebbe doppio".

Il difensore, che con la maglia della Juve Stabia ha sperimentato la difficoltà del girone meridionale della Lega Pro, si è detto fiducioso del progetto che sta nascendo sulle alture della Sila: "Il gruppo che si sta formando in questi giorni di ritiro mi sembra solido. Lepore, Cosenza e Camisa sono il collante per i nuovi. Tutti stanno facendo la propria parte nella formazione del gruppo, da noi calciatori, allo staff tecnico alla dirigenza". Per Contessa, infatti, la coesione e l'affiatamento vengono prima della qualità sulla carta, quella che il Lcce spesso ha esibito senza però poi incassare i dividendi.

E dopo due settimane di duro ritiro e altrettanti test con avversari modesti, Contessa e compagni sabato prossimo, alle 21, potranno verificare i progressi fatti: "Finora abbiamo disputato due gare amichevoli, sabato prossimo, con l’esordio nella Tim Cup, ci aspetterà un banco di prova differente. L’Altovicentino l’altro giorno ha pareggiato con il Chievo, nelle due ultime stagioni hanno disputato dei campionati di alto livello nella propria categoria". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contessa riannoda i fili della storia con Lecce: "Cerco doppia soddisfazione"

LeccePrima è in caricamento