Lunedì, 14 Giugno 2021
Sport

Domani la Maratonina dello Jonio nel segno di Trun: la sfida di Trullino

Oltre mille gli atleti al via della nona edizione della della mezza di Gallipoli. Tra loro Riccardo Trulla, impegnato in un progetto di raccolta fondi

LECCE – Città di mare, venti, santi, storie, leggende e gabbiani, Gallipoli si prepara ad accogliere i podisti con tutto il suo fascino. Vista da lontano la “città bella” sembra un fortino inespugnabile, ma gli oltre mille corridori al via (partenza alle ore 9) della nona edizione della Maratonina dello Jonio (quarto trofeo Samsara) sono pronti a conquistarla. Uno degli eventi più attesi, la prima mezza maratona della stagione, sulla distanza classica dei 21,097 chilometri, con oltre 120 società rappresentate e tanti podisti provenienti anche da altre regioni. Una manifestazione inserita nel circuito delle gare nazionali e organizzata dall'Atletica Gallipoli, con il patrocinio della Fidal di Lecce e di Cronogare e il supporto degli sponsor, e dell'assessorato allo sport del Comune.

Gli organizzatori hanno tracciato un nuovo percorso, con partenza da piazza Tellini, toccata nuovamente dopo due chilometri per poi dirigersi nel centro storico p12122798_10207889421697940_5320091796792634565_n-2er compiere l’atteso “giro di patella”, un passaggio di circa due chilometri tra il Barocco delle tante chiese e il blu cristallino del mar Jonio. Tanti i momenti della gara ricchi di cultura nei primi chilometri con i passaggi che interesseranno il Castello Angioino e l'antica Fontana Greca per poi dirigersi, proseguendo sul lungomare Galileo Galilei, nella parte naturalistica del percorso che attraverserà il Parco naturale regionale Isola di Sant'Andrea e litorale di Punta Pizzo. Poi gli atleti si avvieranno su un lungo rettilineo che li condurrà verso l’arrivo in Piazza Tellini.

Tra gli atleti al via il vicentino Riccardo Trulla, 44enne con la passione delle maratone. “Trullino” corre dal 2007 e ha collezionato 32 maratone sia nazionali che internazionali. Per questo 2017, visti i dieci anni di corsa, ha deciso di lanciarsi in un nuovo progetto con un gruppo di amici con cui divide l’impegno di ambasciatore della Città della Speranza. “Il connubio con l’associazione – spiega Trulla –, nasce proprio perché alcuni dei nostri compagni di corsa hanno avuto un triste destino che li ha privati delle loro gioie più grandi, i loro figli. Mali silenziosi contro i quali la ricerca, in questi anni  sta lottando con tutte le forze che si possano mettere in campo”.

Per questa primavera 2017 Trullino sfiderà a ogni appuntamento il cronometro per cercare contributi, per poter spostare le lancette del tempo paradossalmente più a lungo in avanti per una speranza di vita maggiore a ogni ammalato. L’obiettivo sarà di cimentarsi in tre maratone nell’arco di soli 22 giorni: Milano il 2 aprile, Boston il 17 aprile e Londra il 23 aprile. Tempi di recupero strettissimi, ma un periodo sufficiente a raggiungere l’obiettivo di raccolta fondi, con l’impegno di correrle progressivamente una più veloce dell’altra (tassativamente sotto le 3 ore). Ognuno può donare ciò che vuole, l’importante è farlo. Per donare si può utilizzare questo link: https://www.retedeldono.it/it/iniziative/fondazione-città-della-speranza/riccardo.trulla/trun-la-sfida-di-trullino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Domani la Maratonina dello Jonio nel segno di Trun: la sfida di Trullino

LeccePrima è in caricamento