Sabato, 25 Settembre 2021
Sport Gallipoli

Gallo, la lotta continua: prova d'orgoglio a Empoli

I toscani festeggiano un anno di imbattibilità al "Castellani", ma i salentini lottano e Daino realizza una splendida doppietta che vale il 2-2 finale. Un pareggio che tiene accese le speranze

Il Gallipoli prova a rovinare lo strano compleanno dell'Empoli: i toscani festeggiano un anno di imbattibilità al Castellani, la banda Giannini avverte il pericolo della zona rossa. C'è Artistico con Volpato dal primo minuto, in difesa confermato Franchini come terzo di sinistra. Pronti-via e l'Empoli ci prova: Eder si accentra e scarica un destro secco che Sciarrone neutralizza a terra. Stessa sorte per il sinistro da fuori di Vannucchi, controllato dal portiere ospite.

Tra i galletti si segnala per vivacità Artistico, autore di un paio di conclusioni imprecise verso la porta di Bassi. Grandoni e compagni chiudono bene gli spazi, l'Empoli insiste e alla mezz'ora trova il vantaggio: bella invenzione di Musacci per Coralli che non riesce a saltare Sciarrone, parte un flipper di rimpalli in area di rigore e proprio il centravanti empolese riesce a piazzare la zampata vincente. Fortunato il numero 99 azzurro che sigla il suo 11^ sigillo stagionale.

Il 12^ sarebbe dietro l'angolo, se non fosse per il grande intervento in angolo di Sciarrone. Da stropicciarsi gli occhi la giocata dell'Empoli: lob di Eder, tacco volante di Vannucchi e destro di prima intenzione di Coralli. Sventato il pericolo il Gallipoli si riaffaccia dalle parti di Bassi e allo scadere della prima frazione trova l'1-1: Daino raccoglie un traversone lungo di Scaglia e fa partire un preciso diagonale che trova sponda nel palo e va in rete.

Sciarrone è in giornata di grazia e lo conferma nei primi dieci minuti della ripresa con due parate salva-risultato: la prima sul sinistro morbido di Musacci, la seconda in uscita bassa sul lanciatissimo Eder.

I toscani premono e al quarto d'ora proprio il furetto brasiliano va giù in area dopo il corpo a corpo con Franchini: per De Marco è rigore ed espulsione, decisione probabilmente troppo severa.

Dal dischetto Eder riesce a superare Sciarrone e si riprende la palma di capocannoniere empolese. La mazzata è forte, il Gallipoli però non si arrende: punizione dal vertice sinistro dell'area e destro dinamitardo di Daino che fulmina Dossena, subentrato a Bassi. Conclusione di rara potenza e terzo gol gallipolino per l'ex Modena.

Campilongo aumenta la potenza di fuoco inserendo anche Fabbrini e Saudati, il Gallipoli non soffre l'inferiorità e sfiora anzi il terzo gol. Prima Mounard cerca e trova la testa di Artistico che costringe Dossena alla parata, poi è Daino a vedersi negare la tripletta dal portiere di casa. Bello il suo destro sulla barriera, grande il riflesso del numero 23 con la mano di richiamo.

Finisce 2-2, pareggio che tiene accese le speranze della truppa di Giannini. La classifica non è felice ed il calendario è denso di insidie: lo spirito messo in campo al Castellani è l'arma migliore per risalire la china.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gallo, la lotta continua: prova d'orgoglio a Empoli

LeccePrima è in caricamento