rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Sport

L'Asd Lupus 2014: nel mirino le paralimpiadi di Parigi 2024 per la disciplina boccia paralimpica

L'associazione sportiva dilettantistica punta alla partecipazione ai giochi paralimpici che si svolgeranno fra tre anni. Il team chiede un sostegno che consentirebbe di acquistare un automezzo, utile a facilitare gli spostamenti degli atleti

LECCE - Tramite un comunicato, Andrea Cozza, il presidente della Asd Lupus, rende noti i grandi progetti dell'associazione. Quest'ultima dona lustro a tutto il Salento, svolgendo gare fuori dal territorio e vincendo medaglie presso competizioni nazionali. 

Un evento a dicembre

Tra gli eventi che l'associazione sta organizzando, è prevista la prima edizione del torneo interregionale di boccia paralimpica "Terra d'Otranto". Si svolgerà il 12 dicembre 2021 presso il palazzetto dello sport G. Ventura di Lecce. Parteciperanno, quindi, anche alteti diversamente abili con accompagnatori/assistenti provenienti da zone collocate oltre i confini pugliesi, insieme ad uno staff di arbitri federali.

La nascita della società

L'Asd Lupus nasce nel 2014 su impulso di un gruppo di persone diversamente abili, già atleti della Filanto 2001, che fu sciolta  e cancellata nel 2012 per la scomparsa della fondatrice Rosalba Cazzato. Nel 2016 è iniziata l'attività nella boccia paralimpica, come prima società a praticare tale attività dalla linea gotica in giù. Disciplina che prima era conosciuta solo nell'arco alpino e in Sardegna, ma che ora ha toccato anche la terra salentina. Nel 2018 il presidente Andrea Cozza e il vice presidente Giuseppe Rollo pensarono di chiedere alla Fib di organizzare a Lecce il primo campionatonazionale italiano individuale e a squadre (che si svolse dal 5 al 8 luglio dello stesso anno). 

Obiettivo Parigi 2024

La società salentina si pone come obiettivo la partecipazione alle paralimpiadi del 2024 a Parigi. Per ottenere il pass alla nota competizione è essenziale prendere parte ai tornei nazionali e/o di livello europeo; il chè comporta un un notevole dispedio di risorse finanziarie. Per questo si avvalgono già ora degli sponsor Jakin Italia, Checco Pizza, Quarta Cafè, e Ortopedia Bartolomeo; ma richiamano anche l'attenzione collettiva per stimolare l'elargizione di altre donazioni economiche nei loro confronti, tali da procurare un beneficio allo sport di tutto il territorio. Gli esponenenti della società sostengono, infatti, che con l'acquisto di un automezzo da 9/12 posti potrebbero svolgere gli spostamenti in modo più comodo. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Asd Lupus 2014: nel mirino le paralimpiadi di Parigi 2024 per la disciplina boccia paralimpica

LeccePrima è in caricamento