Venerdì, 24 Settembre 2021
Sport

"Oggi la prestazione più importante della vittoria"

Il mister elogia il suo Lecce, riconoscendo agli undici l'atteggiamento che hanno saputo dimostrare lottando fino al 95°. E intanto Castillo festeggia il suo primo gol in serie A

Beretta plaude la squadra: "I ragazzi hanno lavorato sodo per due settimane e questa vittoria se la meritano tutta. La squadra ha saputo chiudere ogni possibilità al Chievo, costruendo gioco proprio sulle palle inattive, dove loro sono molto abili. Certo - aggiunge - durante il primo tempo siamo cascati parecchie volte in fuori gioco, ma noi questo lo sapevamo. Ma abbiamo avuto pazienza, abbiamo saputo aspettare. E nel secondo tempo abbiamo macinato gioco sfruttando le fasce, con i tagli laterali di Ariatti".

"Ci siamo impegnati molto durante la settimana e la squadra sta crescendo, ora sta meglio. Preparando la partita contro il Chievo ho più volte ho detto ai ragazzi che avrebbero dovuto avere solo pazienza e il risultato ci ha dato ragione. Nel secondo tempo siamo poi ripartiti bene e dopo il gol si sono aperti inevitabilmente varchi, per noi preziosi. Ma quel che vorrei sottolineare - aggiunge Beretta - è lo spirito dei miei, l'atteggiamento che hanno dimostrato lottando fino al 95°".

Il mister si lascia andare a qualche battuta sulla classifica, che nella seconda giornata di campionato vede il Lecce 3 punti sopra squadre blasonate come Milan, Juventus, Roma, Fiorentina: "Certo, fa piacere, magari restasse sempre questa - dice - ma sappiamo che non sarà sempre così. La vittoria di oggi, al di là delle battute, è importante per la squadra, perché porta più consapevolezza e autostima. I ragazzi hanno visto che lavorando in un certo modo durante la settimana, i risultati poi si ottengono. Quel che interessava oggi era la prestazione della squadra, indubbiamente dal mio punto di vista più importante del risultato".

Castillo festeggia il suo primo gol in seria A sotto la casacca giallorossa. A 32 anni. Un premio alla carriera e alla sua modestia, che il pubblico del Via del Mare gli ha riconosciuto con un appassionato tributo quando il Lecce - siamo al 38' della ripresa con gli ospiti sotto di un gol (Caserta al 2' subito dopo il break negli spogliatoi) - sorprende la retroguardia avversaria con il Tir che invita l'argentino, subentrato a Cacia al 17', a puntare dritto verso la porta di Squizzi: stoppa la palla, sangue freddo, colpo sotto, gol. "Certo che sono contento - dice nella sala stampa - ma il mio gol racchiude il carattere che la squadra ha saputo dimostrare per tutta la partita. Segnare in serie A mi ha dato una enorme soddisfazione, perché la mia carriera viene dal basso. Penso alla mia prima partita, quando nel 2001 indossavo la maglia del Brindisi ed oggi questo gol non posso che dedicarlo alla mia famiglia".


Castillo parla ancora del gol, ma questa volta da punto di vista tecnico: "Su indicazione del mister sono entrato a fare la punta, ma quel che avete visto in campo sono i risultati del lavoro che svolgiamo durante la settimana. Quindi può fare solo piacere che i risultati siano questi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Oggi la prestazione più importante della vittoria"

LeccePrima è in caricamento