Il primo acquisto viene dalla Colombia. Vera a Lecce con la nazionale nel mirino

Il laterale difensivo sinistro è stato presentato al Via del mare. Non ha nascosto il suo desiderio di poter disputare il Mondiale del 2022 in Qatar. Nel Salento è arrivato in compagnia anche del suo ex presidente

Brayan Emanuel Vera Ramirez

LECCE - Ha voluto indossare la maglietta del Lecce, con il suo cognome già impresso sul retro, per tutta la durata dalle conferenza stampa rompendo così un protocollo che prevede la divisa solo per la foto di rito.

Il colombiano Brayan Emanuel Vera Ramirez, 20 anni ancora da compiere, è arrivato nel Salento in buona compagnia. A suggellare il suo passaggio dal Leones Futbol Club all'Us Lecce, c'erano infatti i suoi due agenti spagnoli, due intermediari italiani, ma anche il presidente del club Carlos Murillo e la figlia di quest'ultimo. La società della città di Itaguì, nei pressi di Medellin, riceverà, oltre all'importo concordato per il passaggio in giallorosso del ragazzo, anche una percentuale su eventuali cessioni future. Vera, solo così vuole essere chiamato, ha firmato un contratto di quattro anni più opzione sul quinto.

Il direttore sportivo Mauro Meluso ha presentato il calciatore nella sala stampa del Via del Mare dopo la firma del contratto avvenuta presso la sede dell'Us Lecce, sotto la supervisione del direttore generale, Giuseppe Mercadante. Laterale difensivo sinistro, Vera si può adattare come centrale, ma anche da interno sinistro o esterno di centrocampo. Contenderà a Marco Calderoni la maglia da titolare, ma il ds, che lo ha visto due volte dal vivo nel mondiale Under 20 contro la Polonia e il Senegal, è stato chiaro: "Bisogna dargli il tempo e il diritto di sbagliare". Con la rappresentativa nazionale ha giocato col modulo 4-3-3, con il suo club con il 4-3-1-2.

Originario di San Luis De Antioquia, a circa 150chilometri da Medellin, ha due sorelle e un fratello che gioca in Spagna in una categoria minore. Vera, insomma, è la punta della famiglia e ha detto ai cronisti di aver accettato subito la seria A italiana perché tra i suoi obiettivi c'è la partecipazione al Mondiale in Qatar nel 2022 con la nazionale maggiore. Intanto con l'Under 23 cerca la qualificazione alle prossime Olimpiadi. 

Il calciatore ha spiegato di essere subito informato sulla storia del club che gli sta spalancando le porte del calcio europeo e di essere al corrente del fatto che nel Salento sono già passati suoi connazionali di un certo spessore, da Luis Muriel a Juna Guillermo Cuadrado. Vera ha però assicurato di non aver particolari riferimenti o addirittura idoli, ma di voler imporsi per quello che è e che vuole diventare.

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Molteplici benefici per chi cammina in riva al mare

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Briatore scatenato su Instagram: “A Gallipoli mandano via gli yacht”

  • Scontro frontale tra due auto: 4 feriti. Coinvolta anche un’autocisterna

  • Scu, droga a fiumi e spari nella notte: in 46 rischiano il processo

Torna su
LeccePrima è in caricamento