Rally del Salento, motori già caldi: pronti per la partenza di domani

La dinamica macchina organizzativa del 49°Rallye del Salento marcia spedita verso il gran finale con lo svolgimento della gara in programma da domani e per tutta la giornata di sabato 4 giugno in provincia di Lecce

Foto (di Leonardo D’Angelo): Rally del Salento edizione 2015 – Paolo Porro ed Anna Tomasi.

La dinamica macchina organizzativa del 49°Rallye del Salento marcia spedita verso il gran finale con lo svolgimento della gara in programma da domani e per tutta la giornata di sabato 4 giugno in provincia di Lecce. A chiusura delle iscrizioni il terzo appuntamento del Campionato Italiano Wrc si presenta con un buon numero di adesioni, 58, con i migliori specialisti della scuola rallistica nazionale protagonisti di un campionato che fino adesso è stato molto avvincente, combattivo ed incerto come la classifica dimostra ampiamente. Il coefficiente 1,5 di cui la gara si fregia induce molti a pensare ad un’ occasione importante di rivincita e di duelli da cui bisogna trarre sicuramente il massimo.

Dunque il conto alla rovescia si sta esaurendo e le parole stanno per lasciare spazio ai fatti, alle tattiche ed al rombo dei motori: meno di ventiquattr'ore ci separano dalle verifiche amministrative e tecniche che di fatto apriranno in quel di Muro Leccese l’edizione duemila sedici della prestigiosa competizione organizzata dall’Automobile Club di Lecce. Il centro sportivo La Conca sarà il nodo nevralgico della manifestazione, luogo che ospiterà dalle ore 9.30 alle 12.00 i controlli preliminari di identificazione degli equipaggi con le vetture che invece passeranno al vaglio dei commissari tecnici per poi fare rotta verso Giuggianello, località Serra di San Giovanni, dove fino alle ore 16.00 i concorrenti potranno prendere confidenza con la propria auto, testare e scegliere le migliori soluzioni di gomme e assetti in vista degli impegni cronometrati che dovranno affrontare già in serata, dopo la partenza prevista alle ore 18.45 da Piazza Mazzini a Lecce. Martignano e La Conca in programma rispettivamente alle ore 20.16 e 21.20, poco più di 13 chilometri sui quasi 92 previsti, saranno le due prove speciali che daranno un primissimo volto alla classifica. Ma a decretare il successore di Alessandro Bosca nell’albo d’oro della competizione sarà la giornata di sabato, quella che prevede la parte di gara più lunga con altri 87,52 km competitivi sui restanti 342,09  suddivisi in sei selettivi e impegnativi tratti cronometrati, Santa Cesarea, Specchia e Palombara da ripetere due volte con lo start previsto rispettivamente alle ore 10.24, 11.24 e 12.09 per il primo transito e alle 15.14,16.14 e 16.59 per la tornata conclusiva che porterà poi i concorrenti verso l’arrivo finale di Piazza Mazzini a Lecce dove dalle ore 19.45 si darà il via ai festeggiamenti con la cerimonia di premiazione dei vincitori.

Se le previsioni vengono confermate la variabile meteo dovrebbe tendere al bello ma ciò non preclude assolutamente il fattore incertezza sul nome del vincitore.

Saranno tanti infatti i nomi che si presenteranno al via con l’obiettivo di fare risultato a cominciare dal sestetto in gara sulle vetture Wrc capitanato dall’attuale leader della classifica del tricolore Luca Pedersoli in gara su una Citroen C4 e composto anche da Tobia Cavallini e Lorenzo Della Casa su Ford Fiesta e dalle due Ford Focus a cui si affidano fedelmente Marco Signor e Paolo Porro. Ha scelto invece una Citroen Ds3 il driver locale Francesco Rizzello, plurivincitore del Rally Città di Casarano, alla sua gara d’esordio tra le World Rally Car. La particolare conformazione del tracciato potrebbe lasciare speranze di alta classifica o magari di podio anche ai piloti che si presentano al via con vetture R5 e S2000 quali Andrea Minchella su Ford Fiesta, attuale leader della classifica della Coppa Italia Terza Zona, Ettore Catterina su identica vettura, Efrem Bianco alla sua seconda gara sulla Skoda Fabia e Fernando Primiceri su Peugeot 208 T16. Tra le aspirate di vertice a trazione integrale  occhi puntati su Paolo Oriella e su Giuseppe Bergantino in gara su Peugeot 207. Qualche sorpresa come spesso il Salento ci ha abituati potrebbe anche arrivare dalle vetture a due ruote motrici che vede tra gli annunciati protagonisti il quintetto di alfieri al via sulle Renault Clio di classe S1600: Rossi, Lombardi, Daprà, Balbo e Albano e il duo Vescovi, Nucita al volante di una vettura simile nel nome ma in configurazione R3C,nella sostanza quindi notevolmente dissomigliante.

Tutte le news e aggiornamenti per seguire la gara su www.rallydelsalento.org.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ufficio Stampa 49°Rally del Salento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento