Lunedì, 14 Giugno 2021
Sport

Hiwashita bis nel torneo “Open Magna Grecia”. Pioggia di medaglie e primo posto

Anche quest'anno gradino più alto del podio per gli atleti gallipolini nel torneo internazionale di Taranto. A Trevi conferito il grado 6° Dan per il maestro Antonio Roccadoro

Gli atleti salentini

GALLIPOLI – Ancora una prestazione sopra le righe per i giovani atleti della palestra Hiwashita di Gallipoli che nei giorni scorsi hanno preso parte al 2° trofeo nazionale di ju jitsu “Open Magna Grecia” che si è svolto presso il Palamazzola di Taranto. Una competizione nella quale il team gallipolino aveva già imposto il suo sigillo lo scorso anno e confermato ora in questa seconda edizione dove la compagine guidata dai maestri Luigi e Antonio Roccadoro, Cosimo Greco e Antonio Furio si è presentata con ventisette atleti ed ha conquistando complessivamente 17 medaglie d’oro, sette medaglie d’argento e quattro di bronzo e nella classifica finale per società si è piazzata al primo posto.

Alla manifestazione hanno preso parte circa 280 atleti provenienti da ogni parte d’Italia e il trofeo era riservato alle categorie bambini, ragazzi, esordienti, speranze, junior e senior. “Tutti i nostri atleti sono arrivati in zona medaglia e la conquista di questo trofeo per il secondo anno consecutivo è un risultato per noi molto prestigioso” hanno commentato i maestri dell’Hiwashita, “espugnare Taranto è stato difficile anche perché dieci dei nostri atleti con più esperienza agonistica non hanno potuto partecipare alla manifestazione ed è stato arduo conquistare il gradino più alto del podio di fronte a società agguerrite, che vantano grossi campioni. Un successo che ancora una volta i ragazzi  hanno costruito giorno per giorno con duri e stressanti allenamenti e con molti sacrifici”.Ritiro Trofeo Magna grecia-2

Il recente successo sul tatami fa il paio, sempre in casa della palestra Hiwashita, con il prestigioso riconoscimento ottenuto alcuni giorni addietro per il direttore tecnico Antonio Roccadoro che in occasione dello stage tecnico nazionale che si è svolto a Trevi ha ottenuto il grado di 6° Dan per meriti sportivi e per aver con la sua costatante partecipazione alla vita associativa contribuito, oltre alla propria crescita professionale, anche allo sviluppo ed affermazione del ju jitsu in ambito nazionale e internazionale da circa 40 anni e per i risultati eccellenti conseguiti nelle varie competizioni sportive. Il riconoscimento è stato conferito dal presidente, il maestro, Dario Quenza e dal consiglio direttivo nazionale dell’associazione italiana Ju Jitsu nelle mani del papà Luigi Roccadoro perché Antonio era assente per motivi di lavoro.

Di seguito i primi classificati del torneo Open Magna Grecia: Antonio Magno junior, Sergio Calò, Davide Cataldi, Gaia Scorrano, Denise Roccadoro, Alessandro Barone, Federico Muscogiuri, Luigi Roccadoro, Antonio Rizzello, Antonio Magno senior, Giulio Borgese, Mattia Greco, Gabriele Greco (con due ori nel fighting system e duo system), Luciano Perrone (tre  ori nel  fighting system, duo system, Ne Waza). Al secondo posto si sono classificati Evelina Roccadoro, Giorgio Perrone, Vincenzo Greco, Andrea Solidoro, Federica Marzo. E al terzo posto invece Antonio Fiore, Matteo Greco, Giuseppe Platì e Massimo Sarcinella. Le singole affermazioni dei giovani atleti hanno consentito alla Hiwashita di posizionarsi al primo posto nella classifica per società, seguita dalla ju jitsu Italia Taranto e dalla Beautiform Scafati

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hiwashita bis nel torneo “Open Magna Grecia”. Pioggia di medaglie e primo posto

LeccePrima è in caricamento