Gallipoli Gallipoli

Il Pd scioglie la riserva: “Disponibili ad appoggiare Errico sindaco”

I segretari provinciali e cittadino, Capone e Natali, ratificano le larghe intese con Udc, venneriani e Grande Gallipoli e lanciano l’ultimo appello al listone della Sinistra e all’Idv. Ma per ora le strade sono “inconciliabili”

 

GALLIPOLI – Ora la convergenza del Pd sulla candidatura di garanzia di Francesco Errico e il progetto delle larghe intese per governare la città bella, è pressoché ufficiale. Lo ratificano con una nota congiunta, diramata nelle scorse ore, il segretario provinciale dei Democratici, Salvatore Capone e il segretario del circolo Pd di Gallipoli, Luigi Natali. L’intesa c’è, la proposta dell’ex vicesindaco avanzata dall’asse dei moderati e ufficializzata dal segretario provinciale dell’Udc, Salvatore Ruggeri, prende quota. E anche il Pd ci crede sino in fondo.  A costo di rinunciare a posizioni comodamente meno traumatiche e di acuire ulteriori lacerazioni interne. Il laboratorio politico gallipolino può andare avanti. E magari, perchè no, con l’ultimo appello rivolto anche al listone della Sinistra per allargare la coalizione e creare una “corposa” alternativa al Pdl e al centrodestra.         

Capone e Natali  sperano di poter allargare la coalizione, che oggi poggia sull'accordo tra il Partito Democratico, l'Udc e le liste civiche che fanno riferimento all'ex sindaco Giuseppe Venneri ed al movimento “Grande Gallipoli” di Giuseppe Coppola, includendo i movimenti civici e le forze politiche, a partire dai naturali compagni di viaggio del centrosinistra, ovvero la coalizione che fa capo a Sel e che raggruppa, il movimento Puglia per Vendola, i Socialisti, la Federazione della Sinistra, e la civica Noi Ci Siamo. Così come restano aperte le porte per l’Idv che corre solitaria con la candidatura di Tommaso Scigliuzzo. 

“Sappiamo che i nostri naturali compagni di viaggio del centrosinistra” dicono i due segretari, “condividono le nostre fondamentali scelte programmatiche ed i valori che ne sono alla base. Scelte e valori in netta contrapposizione alla politica della moltiplicazione dei nuovi giardini, o per meglio dire degli orticelli, che altri invece offrono. Il Pd, da tempo impegnato in un'opera di risanamento del tessuto politico e sociale della città di Gallipoli, si è assunta la responsabilità di proporre e favorire la costruzione di una coalizione che facesse riferimento a valori inequivocabili di trasparenza e di legalità”. Certo è anche lapalissiano che sulla base delle larghe intese così costituite al momento le strade tra il Pd e il listone a sinistra di Errico sembrano inconciliabili

“Il Partito democratico ha sempre privilegiato il progetto politico e la responsabilità verso la città ed i suoi bisogni” concludono all’unisono Capone e Natali, “rispetto anche a legittime e motivate aspettative. Per questo, pur disponendo di un patrimonio di risorse umane di grande qualità, non escludiamo di guardare a personalità di spicco presenti nelle altre formazioni. In quest'ottica, stiamo valutando con estrema attenzione e con il solito senso di responsabilità le dichiarazioni del segretario provinciale dell'Udc, Totò Ruggeri, e la candidatura a sindaco, da questi avanzata di Francesco Errico, nei confronti della quale riteniamo di poter manifestare la nostra più ampia disponibilità”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pd scioglie la riserva: “Disponibili ad appoggiare Errico sindaco”

LeccePrima è in caricamento