rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Gallipoli Gallipoli

Zona di protezione sul corso per Pupi e Capodanno, si lamentano disagi

L’inibizione del traffico per ragioni di sicurezza ha causato disagi per camionisti e corrieri. Spada: “Potevano ascoltarci prima”

GALLIPOLI – L’istituzione post natalizia dell’area “protetta” sul corso Roma, nel tratto compreso tra l’intersezione con la via Lazzari e Filomarini e l’intersezione con via Barba, per consentire la mostra dei pupi e le manifestazioni legate al calendario comunale per il Capodanno, ha creato nuovi disagi e le conseguenti rimostranze da parte dell’associazione dei commercianti di Gallipoli. Un provvedimento comunque noto e disciplinato dall’apposita ordinanza disposta dal comando della polizia locale e giusta gemmazione della riunione tecnica e organizzativa svolta nei giorni scorsi tra l’amministrazione comunale e i rappresentanti delle forze dell’ordine per garantire le misure per il servizio d’ordine e la sicurezza pubblica. Ma l’inibizione del traffico veicolare e l’accesso nel tratto centrale del Corso Roma, con l’utilizzo anche di dissuasori pesanti tipo new jersey e la deviazione sulle strette vie laterali anche dei mezzi per il carico e scarico delle merci, già questa mattina con la ripresa delle normali attività quotidiane ha causato alcuni disagi e generato le lamentele dei negozianti “racchiusi” con le loro attività nella zona di sicurezza inibita al traffico veicolare. E il tutto, secondo quanto previsto dalla relativa ordinanza, si protrarrà sino al prossimo 2 gennaio.         

"Non siamo contrari né alla mostra dei tradizionali pupi di cartapesta, né tantomeno alla pedonalizzazione di corso Roma, ma riteniamo che in un periodo così particolare si sarebbero potute attuare misure meno impattanti per il commercio e la vivibilità della città” lamenta in una nota ufficiale il presidente dell’associazione commercianti Matteo Spada, “infatti, un conto è chiudere solo nelle ore serali, nei week end di luglio e agosto, quando la città pullula di turisti che prediligono muoversi a piedi, un altro invece è complicare la viabilità cittadina in un periodo in cui ci si sposta dai paesi limitrofi con le auto. Non solo” lamenta ancora Spada, “ non pochi sono stati i disagi con i corrieri, impossibilitati ad effettuare il carico e scarico della merce e rimanendo imbottigliati nelle strette vie secondarie. Si sarebbe potuta chiudere una sola corsia o solo l’isolato centrale di corso Roma, come richiesto dall’associazione Cantieri del Capodanno, per tutta la durata della mostra: due giorni. Non sette. O ancora, si sarebbe potuto minimizzare il disagio aprendo e chiudendo le barriere new jersey in orario serale o esponendo i manufatti sulle piazze di corso Roma. Insomma, tutte alternative che avremmo proposto se fossimo stati minimamente considerati o coinvolti”. 

corso roma 1-2Ancora una volta il sodalizio che rappresenta buona parte dei commerciati e imprenditori gallipolini lamenta la scarsa comunicazione con l’amministrazione comunale e le istituzioni preposte alla pianificazione e al controllo della città. “Comunicare con la nostra associazione dei commercianti avrebbe certamente aiutato” lamenta ancora Spada, “infine è curioso come la stessa misura di chiusura al traffico non sia stata adottata per il centro storico che in questi giorni è stato popolato da tante persone accorse per i concertini in strada e la mostra dei presepi. Visitatori che ogni tanto si sono dovuti scansare per far passare le auto in arrivo. Speriamo vivamente” conclude, “che i nostri amministratori tornino sulle loro decisioni considerando anche il punto di vista di chi lavora". Oltre all’ordinanza in vigore e le indicazioni in strada dei vigili urbani anche la segnalazione della chiusura parziale del corso sui tabelloni luminosi all’ingresso della città sembra non aver arginato i disagi per gli automobilisti e soprattutto per camionisti e corrieri che si sono ritrovati con il blocco all’altezza di via Filomarini lamentando non pochi disagi per la consegna delle merci e per la deviazione nelle strade laterali dove anche qualche parcheggio selvaggio ha contribuito ad intralciare il traffico.      

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zona di protezione sul corso per Pupi e Capodanno, si lamentano disagi

LeccePrima è in caricamento