Notizie da S.M. Leuca

Protesta contro chiosco su area vincolata. Tar accetta ricorso del cittadino ambientalista

Un cittadino di Santa Maria di Leuca ha chiesto l'intervento del Tribunale amministrativo di Lecce. Con una sentenza dei giorni scorsi, ha ottenuto l'annullamento dell'autorizzazione che avrebbe portato alla realizzazione di un bra in uno degli scorci più belli del borgo

Santa Maria di Leuca

SANTA MARIA DI LEUCA (Castrignano del Capo) – Un cittadino ha chiesto che quella decisione venisse annullata. E la prima sezione del Tar, con una sentenza di tre giorni addietro, ha accettato il ricorso. L’oggetto del malcontento, da parte di un residente di Santa Maria di Leuca, era la realizzazione di un chiosco per la preparazione di alimenti e bevande in piazza Savoia.

Il cittadino, assistito dagli avvocati  Pier Luigi Portaluri e Valentina Mele, ha contestato la legittimità di quella decisione, chiedendo al Tar di intervenire immediatamente per evitare che l’esecuzione dei lavori potesse compromettere la bellezza di quei luoghi. Infatti, la realizzazione del locale avrebbe interessato un’area di pregio – assoggettata a vincolo paesaggistico – determinando una alterazione di quello scorcio di territorio, dal momento che la struttura in questione sarebbe destinata a restare per ben quindici anni.

Accogliendo l’istanza di misure provvisorie e urgenti formulata dai difensori, il Tar ha sospeso sin dal mese di gennaio l’esecuzione dei lavori. Fino a quando, la scorsa settimana, si è pronunciato  definitivamente sulla questione, stabilendo l’illegittimità della scelta amministrativa e affermando che il Comune di Castrignano del Capo non ha indicato gli indici i parametri e le previsioni che consentirebbero la realizzazione dell’intervento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sotto il profilo paesaggistico, inoltre, il Tribunale amministrativo ha anche rilevato che l’intervento in questione non è precario né temporaneo e, pertanto, è stato illegittimamente considerato come un “intervento di lieve entità” nonché autorizzato in assenza del necessario parere della competente Soprintendenza per i beni paesaggistici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo colpo al business della droga a Melissano: all’alba 23 in manette

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: otto anni al padre e allo zio

  • Il tir si ribalta col carico di frutta: ferito conducente, positivo all’alcol test

  • Notte di terrore: entrano in casa in quattro, uomo bloccato e rapinato

  • Muro abbattuto da braccio della betoniera, investiti studenti: muore in ospedale 22enne

  • In ospedale per un controllo, avvocato scopre di essere positivo al Covid

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento