Domenica, 13 Giugno 2021
Attualità

Covid quasi in “vacanza”, 269 positivi. Farmacisti pronti a vaccinare, ma mancano dosi

Anche oggi dati confortanti sul fronte della circolazione del virus che non frena la corsa verso la zona bianca dal 14 giugno. Oltre 150 farmacie pronte a “spingere” le vaccinazioni, si attende lo sblocco della Regione. Da domani somministrazioni ai maturandi

LECCE - Dalla cabina di regia è già arrivata la conferma che, se i contagi continueranno a calare, dal 14 giugno la Puglia potrà entrare in zona bianca. L'incidenza, infatti, è attualmente al di sotto della soglia dei 50 contagi ogni 100mila abitanti nell’arco dell’ultima settimana, quindi può continuare il conto alla rovescia. Dal bollettino regionale odierno emerge che, oltre a diminuire i contagi, c'è un deciso aumento dei guariti e di conseguenza la diminuzione degli attuali positivi. Prosegue anche la rapida flessione dei ricoverati.

Oggi su 7.686 test analizzati per l'infezione da covid-19 sono stati registrati 269 casi positivi, situzione pressoché analoga a quella di venerdì dove i casi rilevati sono stati 250. I contagi odierni sono ripartiti tra i 61 in provincia di Bari, i 46 in provincia di Brindisi, i 38 nella provincia della Bat, i 32 in provincia di Foggia, i 40 in provincia di Lecce e i 50 in provincia di Taranto. Due sono i casi di provincia di residenza non ancora nota.

Il bollettino dà contezza anche di altre sette vittime: una in provincia di Bari, tre nella provincia della Bat, una in provincia di Lecce e una in provincia di Taranto.

Leggi il bollettino del 29 Maggio

Il numero delle persone guarite sul territorio regionale raggiunge quota 217.472 con un incremento di 669 nelle ultime 24 ore. In isolamento domiciliare ci sono 25.552 persone, il 97,4 per cento dei contagiati. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati complessivamente 2.484.493 test per accertare la positività o meno al coronavirus.

Il totale dei decessi continua purtroppo a salire e dall’inizio della pandemia ha raggiunto la quota di 6.492 vittime. E sempre dall’inizio della pandemia ad oggi il totale dei casi positivi confermati di covid in Puglia è stato di 250.187. Gli attualmente positivi in Puglia sono 26.223. I pazienti ricoverati oggi sono 671 (pari al 2,3 per cento), ovvero cinquantuno in meno rispetto a ieri.

Farmacie, metà già pronte. Ma mancano vaccini

Più della metà delle farmacie della provincia di Lecce sono pronte a vaccinare, mancano però le dosi e il via libera operativo della Regione. Sono circa 150 le farmacie in questione che aspettano ai bordi del campo per essere “arruolate” nell'esercito dei vaccinatori. Più della metà delle 270 che operano nei 97 comuni del Leccese.

Il presidente dell'Ordine dei Farmacisti della provincia di Lecce, Domenico Di Tolla, non parla di “ostacoli” o di pressioni per escludere il coinvolgimento della categoria nella somministrazione dei vaccini. Ma ammette che “ci sono forti resistenze. Tanto che il ministro Speranza ha stoppato il rappresentante dell'Ordine dei Medici, dicendo che in questo momento chiunque deve dare una mano”.

La Regione Puglia inoltre non ha ancora deliberato. Si stanno ancora studiando le linee guida per varare la piattaforma. “Mentre la Liguria o il Lazio, con un protocollo d'intesa con Federfarma, stanno cominciando a coinvolgere le farmacie” puntualizza Di Tolla. In Puglia quindi non c'è ancora la possibilità di vaccinare in farmacia.

La normativa parla di luoghi adeguati, di spazi dedicati e di appuntamenti. I farmacisti però sono pronti e lo stesso commissario Figliuolo ha già indicato la probabile utilizzazione dei farmacisti come vaccinatori .

“In tutta Italia hanno dato la loro disponibilità circa 12mila-13mila farmacie” fa sapere Di Tolla, “e oltre 20mila farmacisti si sono formati sulla piattaforma dell'Istituto superiore di Sanità seguendo in formazione a distanza due corsi complementari. Mentre alcuni stanno già facendo le prove pratiche presso gli hub vaccinali. Il tutto subordinato a una prova pratica che viene effettuata in presenza di un medico”.

A Brindisi per esempio la Asl ha fatto un accordo con il Distretto socio sanitario che consente ai farmacisti che hanno superato il corso a distanza di recarsi presso gli hub per effettuare le esercitazioni insieme ad un medico.

“Per il momento” conclude il presidente Di Tolla, “l'unico ostacolo serio è la carenza di vaccini. Si lamentano anche i medici di famiglia ai quali i vaccini vengono distribuiti con il contagocce in misura di 10-12 dosi per volta Non è cattiva volontà della Regione”.

Si pensa che nei prossimi giorni qualcosa si sbloccherà. Si sta lavorando per superare il problema della conservazione, delle due dosi, della stabilizzazione a 6-8 gradi. Un marasma che deve fare i conti con le riaperture delle attività, con i "green pass" e con i milioni di giovani ancora in libera uscita.

Da domani vaccini per i maturandi

La campagna vaccinale anticovid in Puglia allarga le maglie e, presto, le somministrazioni si potranno fare anche in fabbrica, azienda o in ufficio. Pronta a partire anche la campagna che vaccinerà gli studenti che dovranno affrontare le prove di maturità come annunciato ieri dal presidente Michele Emiliano e dagli assessori regionali Pier Luigi Lopalco e Sebastiano Leo. Si parte da domani, domenica 30 maggio.

Anche la Asl della provincia di Lecce è pronta a vaccinare le ragazze e i ragazzi prima degli esami di maturità. Sempre domani, dalle 18 alle 22, in sei scuole superiori e negli hub della provincia di Lecce (presso la Scuola di Cavalleria nella caserma Zappalà), Gallipoli, Galatina, Casarano, Nardò e Maglie saranno vaccinati 60 studenti per scuola in accordo con i dirigenti scolastici.

Gli studenti saranno convocati nei centri vaccinali dagli istituti, in accordo con gli uffici scolastici e le Asl. Si parte dai giovani che stanno per sostenere la maturità per poi procedere nelle settimane e nei mesi successivi, progressivamente, a coprire l'intera popolazione studentesca vaccinabile.

“Siamo stati la prima regione italiana a mettere in sicurezza col vaccino il personale scolastico, adesso possiamo avviare anche la vaccinazione della popolazione studentesca partendo da chi sta per sostenere gli esami di maturità” spiega Emiliano, “lo faremo con le nuove dosi che sono in arrivo da Roma e senza toccare la programmazione delle altre fasce di popolazione. Aprire ai più giovani è un segnale di incoraggiamento e speranza per tutti”.

E sono 2.289.914 le dosi di vaccino anticovid somministrate in Puglia sulla base del dato aggiornato alle 17 di oggi dal report del governo nazionale. Si tratta del 96,9 per cento rispetto alle dosi consegnate dal commissario nazionale che sono state sinora 2.363.815.

In provincia di Lecce prosegue la campagna di vaccinazione nei 12 hub vaccinali di popolazione, nei centri sanitari e a cura dei medici di medicina generale. Circa 6mila le vaccinazioni effettuate nella giornata di ieri. E si accelera anche con la somministrazione ai pazienti fragili: vaccinati in 1.391 nella giornata di venerdì.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid quasi in “vacanza”, 269 positivi. Farmacisti pronti a vaccinare, ma mancano dosi

LeccePrima è in caricamento