rotate-mobile
Consegna degli attestati / Galatina

Emergenza sanitaria in volo, nuove specializzazioni per il personale dell’Arma Azzurra

Si sono svolti presso l’aeroporto militare di Galatina, sede del 61esimo Stormo, i corsi di addestramento in favore del personale sanitario e autisti per interventi di rianimazione e il trattamento di feriti e traumatizzati

GALATINA - Al passo coi tempi e pronti ad intervenire con celerità e competenza  anche in situazioni di emergenza sanitaria. Il personale del 61esimo Stormo di Galatina e del distaccamento aeronautico di Otranto si formano per affrontare qualsiasi tipo di intervento  che necessità di competenze specifiche nelle attività di rianimazione e del trattamento pre-ospedaliero di traumi  e di soccorso in caso di criticità di vario genere.

Nelle giornate di giovedì 22 e martedì 27 giugno, presso l’aeroporto militare “Cesari” di Galatina, si sono svolti, infatti, i corsi formativi Blsd (Basic Life Support&Defibrillation) e Ptc (Pre hospital trauma care), sia base che re-training in favore  principalmente del personale sanitario e degli autisti.

I corsi, svolti dal personale del centro di formazione Irc/Ircom “Salentum Terrae” di Melendugno e coordinati dalla locale infermeria di corpo, hanno coinvolto 28 uomini del 61° Stormo e 4 del distaccamento aeronautico di Otranto, principalmente operatori sanitari, ma anche autisti.

Si è inteso infatti garantire, in linea con le direttive di forza armata, la presenza nella logistica dell’intervento sanitario d’emergenza, oltre al personale sanitario, di un congruo numero di militari specificatamente formati quali “autisti soccorritori” che, avendo così acquisito tale capacità, divengono elementi chiave negli interventi di emergenza, e non solo.

immagine di repertorio-7

Tra i docenti, il direttore del corso Donato De Siena, la direttrice del centro di formazione, Anna De Carlo, due medici anestesisti rianimatori in servizio presso le strutture ospedaliere di Gallipoli e Scorrano, Enrico Febbraro e Maurizio Serra, e un sottufficiale infermiere in servizio presso il 61° Stormo, il 1° luogotenente Cosimo Barrotta, che in qualità di istruttore Blsd, Pblsd e Ptc, collabora con il predetto centro di formazione.

In considerazione dello specifico impiego operativo, le abilitazioni alla rianimazione cardiopolmonare con l’uso del defibrillatore e il corretto approccio e successivo trattamento del paziente traumatizzato sono competenze imprescindibili della professione del personale sanitario.

Nello specifico risulta fondamentale essere pronti ad assicurare l’assistenza sanitaria all’attività di volo, oltre alle esigenze di vario genere che possono generare eventi di emergenza-urgenza in ambito militare.

Consegna attestati (2)

L’evento formativo si è concluso nell’aula magna con la consegna degli attestati da parte del colonnello Vito Conserva, comandante del reparto, che ha voluto ringraziare il tenente colonnello Gaetano Ingrosso, responsabile dell’infermeria di corpo, e tutti gli attori esterni che hanno permesso di realizzare l’importante attività addestrativa e formativa. 

“Questa collaborazione rappresenta un’eccellente occasione per il nostro personale di formarsi secondo standard moderni e testati” ha commentato il comandante Conserva, “un doveroso ringraziamento va ai docenti, che dedicando tempo e passione, hanno permesso a uomini dell’arma azzurra di acquisire preziose competenze che, in determinate situazioni di emergenza, diventano di vitale importanza”.

Consegna attestati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza sanitaria in volo, nuove specializzazioni per il personale dell’Arma Azzurra

LeccePrima è in caricamento