menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid-19, sanificazione nei condomini: “Attenzione alle spese inutili”

L’avvocato Alessandro Gallucci, delegato Aduc di Lecce, illustra, sulla base delle informazioni dell’Istituto superiore di Sanità, l’inefficacia delle pulizie richieste in questo periodo

LECCE - “Ha senso pulire gli uffici, le case, ma per le parti comuni, a meno che non si faccia almeno una volta al giorno, dubitiamo della reale utilità”: queste le conclusioni cui è giunto l’avvocato Alessandro Gallucci, delegato Aduc (Associazione per i diritti di utenti e consumatori) di Lecce, dopo aver letto sul sito del Ministero della Sanità che "le informazioni preliminari suggeriscono che il virus possa sopravvivere alcune ore, anche se è ancora in fase di studio. L’utilizzo di semplici disinfettanti è in grado di uccidere il virus annullando la sua capacità di infettare le persone, per esempio disinfettanti contenenti alcol (etanolo) al 75 percento o a base di cloro all’0,5percento (candeggina). Ricorda di disinfettare sempre gli oggetti che usi frequentemente (il tuo telefono cellulare, gli auricolari o un microfono) con un panno inumidito con prodotti a base di alcol o candeggina (tenendo conto delle indicazioni fornite dal produttore)".

Il legale ha fatto sapere in una nota di aver appreso che un numero sempre maggiore di condomini richiede, una tantum o addirittura periodicamente nel corso della settimana, attività di sanificazione straordinaria degli spazi comuni: “Le misure richieste alle imprese dagli amministratori, spesso su sollecitazione dei condòmini, alle volte di propria iniziativa, vorrebbero essere orientate a diminuire il rischio di contagio coronavirus e ci giunge notizia di richieste alle amministrazioni comunali di imporre simili attività per le parti comuni degli edifici. Ogni attenzione alla maggiore pulizia degli ambienti è utile, ma attenzione a evitare aggravi di spesa per i condòmini”.

Secondo il delegato Aduc, questo tipo di pulizia è sostanzialmente inutile: "Qual è il senso di far sanificare la pulsantiera di un ascensore che viene usata decine di volte al giorno? Quale quella di sanificare corrimano e portoni? Meglio chiedere alle imprese, che svolgono le ordinarie pulizie, di eseguirle con disinfettanti, piuttosto che ordinare o addirittura imporre spese per centinaia di euro. Agiamo con razionalità, senza farci prendere da inutili psicosi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento