Lavori irregolari su terreno nei pressi della vora, blitz con il drone e sequestro

Dopo alcune segnalazioni i controlli della polizia locale e dei tecnici comunali con l’ausilio delle nuove apparecchiature. Rilevati abusi in un terreno di un 70enne neretino a Santa Maria al Bagno

il sequestro della polizia locale

NARDO’ - L’attività di controllo sul territorio cittadino e nelle marine ha consentito agli agenti della polizia locale di Nardò di bloccare alcuni lavori all’interno di un terreno in cui sono emersi abusi di carattere ambientale e paesaggistico. L’intervento si è svolto nella zona dell’entroterra della marina di Santa Mari al Bagno e grazie anche all’ausilio di un drone i vigili urbani hanno potuto cogliere in flagranza di reato un 70enne neretino che stava effettuando degli interventi di livellamento della la pendenza del terreno e di rimozione di materiale, in maniera non regolamentare.

I lavori, secondo quanto verbalizzato dai vigili, erano finalizzati a un grosso terrazzamento, quindi con opere di trasformazione del territorio e di alterazione della naturale morfologia paesaggistica.  A seguito di alcune segnalazioni relative a presunte irregolarità compiute nel terreno in questione, nei pressi di Santa Maria al Bagno, gli agenti hanno effettuato degli accertamenti con l’ausilio di personale tecnico comunale e anche con il supporto decisivo di un drone. Le attività infatti erano in esecuzione in un’area che, complice la presenza di una vora, è di particolare pregio naturalistico.

L’utilizzo del drone, ad opera di personale qualificato, si è rivelato indispensabile, consentendo alla polizia locale, con la dovuta discrezione, di sorprendere in flagranza di illecito l’autore. Gli agenti, coordoinati dal comandante Cosimo Tarantino, hanno proceduto al sequestro dell’area e alla relativa segnalazione e  informativa inviata in procura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Questo proficuo intervento di tutela ambientale da parte della polizia locale” evidenzia l’assessore Nadia Manieri, “è l’occasione per rimarcare la professionalità dei nostri agenti, che ringrazio, anche sul fronte dell’utilizzo di tecnologie e dotazioni moderne ed enormemente efficaci senza le quali sarebbe stato quasi impossibile rilevare i presunti abusi e quindi intervenire a tutela di un’area di particolare pregio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento