rotate-mobile
La firma presso il Dea

Da ospedale a policlinico universitario: altro passo verso il futuro per il “Vito Fazzi”

Regione e Università hanno siglato il protocollo per integrare il personale docente con quello ospedaliero. Nell’anno accademico 2021/2022 nacque il corso di laurea MedTec in Medicina e Chirurgia

LECCE – Trasformare un ospedale in Aou, cioè un’azienda ospedaliero universitaria, non è una questione di mera denominazione, ma un processo che ha bisogno di una serie articolata di passaggi politici, amministrativi e organizzativi, anche perché la nuova realtà avrà un profilo gestionale autonomo.

Questa mattina, presso il Dipartimento Emergenza e Accettazione del “Vito Fazzi” di Lecce, ne è stato fatto uno: la firma del protocollo tra Regione Puglia e Università del Salento per regolare la migliore integrazione tra il personale docente universitario e quello ospedaliero, dunque tra didattica, ricerca e assistenza sanitaria. A sancirlo il presidente della Regione, Michele Emiliano, e il rettore dell’ateneo, Fabio Pollice, alla presenza del direttore generale di Asl Lecce, Stefano Rossi.

Il percorso è iniziato nell’anno accademico 2022/2023, sulla scia di una richiesta diffusa nel territorio salentino, con l’accreditamento ministeriale che ha consentito l’istituzione del corso di laurea MedTec in Medicina e Chirurgia, strutturato per avere un profilo innovativo, caratterizzato da un orientamento tecnologico e bio-ingegneristico. Quell’accreditamento è stato possibile perché, in seguito a una prima convenzione, la Regione ha assicurato il finanziamento del corso di studio e del reclutamento del personale (47 posti tra docenti di prima e seconda fascia e ricercatori).

Nell’accordo firmato prende corpo l’iter di trasformazione dell’ospedale in azienda ospedaliera integrata con l’ateneo: si è stabilito che i reparti ad attività integrata saranno 16, di cui 12 a direzione universitaria e 4 a direzione mista, nell’ambito dell’autonomia gestionale propria di tutti i policlinici universitari.

La normativa attuale prevede che entro il terzo anno dall’attivazione del corso venga siglata una seconda convenzione per disciplinare le prestazioni svolte per conto del sistema sanitario nazionale. La firma odierna è avvenuta mentre è in corso tutta l’attività istruttoria necessaria alla creazione dell’Azienda ospedaliero universitaria “Vito Fazzi”.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da ospedale a policlinico universitario: altro passo verso il futuro per il “Vito Fazzi”

LeccePrima è in caricamento