Appalto rifiuti, i finanzieri sequestrano documenti negli uffici del Comune di Lecce

I militari del Nucleo di polizia tributaria si sono recati, questa mattina, presso la sede di via Lombardia. Hanno eseguito un sequestro probatorio dei fascicoli inerenti il bando di gara da 120 milioni di euro per la raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani. Il decreto è stato disposto dal pm, nell'ambito di un'inchiesta per abuso d'ufficio

Gli uffici di via Lombardia

LECCE  - Un altro tassello si aggiunge alla vicenda dell’appalto per la raccolta e smaltimento dei rifiuti del Comune di Lecce, una gara da 120 milioni di euro. I militari del Nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza, diretti dal colonnello Nicola De Santis, stanno acquisendo in queste ore la documentazione dagli uffici di via Lombardia, dopo l’esposto di novembre e le successive tre integrazioni da parte dell'associazione temporanea di imprese, composta da Axa ed Ecotecnica. 

I finanzieri stanno eseguendo un decreto di sequestro probatorio, disposto dal pubblico ministero Elsa Valeria Mignone, nell’ambito di un’inchiesta per abuso d’ufficio contro ignoti. Sul versante della giustizia amministrativa si è invece in attesa della pubblicazione della sentenze breve con la quale il Tar di Lecce si pronuncerà sulla richiesta di sospensiva avanzata dalla ditta terza classificata - la Aimeri - nei confronti del Comune di Lecce: il ricorso è fondato sulla stessa motivazione procedurale che ha portato il Consiglio di Stato, in riforma della sentenza di primo grado dei giudici amministrativi di Lecce,  ad escludere l'associazione di imprese formata proprio da Exa ed Ecotecnica, arrivata prima, in favore della seconda, composta Da Monteco e SudGas: la mancanza del responsabile tecnico.

Figura che, per la ditta terza in graduatoria, la Aimeri di Milano, non avrebbe certificato nemmeno la Monteco. Resta da capire se il Tar di Lecce accoglierà ora la richiesta di sospensiva, smentendo quindi il suo stesso precedente quando era stata Monteco, invano, a chiedere l'esclusione di Axa ed Ecotecnica. Ma il successivo intervento di Palazzo Spada aveva capovolto il quadro dell'aggiudicazione, e nelle scorse settimane era arrivata anche la determina di affidamento alla Monteco da parte degli uffici comunali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento