Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Agromafia, ricilaggio e scafisti: il generale Piccinni ne parla coi finanzieri salentini

Il comandante interregionale dell'Italia meridionale ha incontrato i militari dei reparti del Tacco. Oltre a Lecce, anche visita a Porto Cesareo e Santa Maria di Leuca

Il generale assieme ai comandanti dei reparti di Lecce

LECCE – Visite speciali al comando provinciale della guardia di finanza. Il comandante interregionale dell’Italia meridionale, il generale Riccardo Piccinni, ha infatti visitato i reparti delle fiamme gialle del capoluogo salentino. Tre giorni di impegni istituzionali partiti da lunedì, con la visita presso la brigata di Porto Cesareo, alla quale è seguita quella di oggi presso la tenenza di Santa Maria di Leuca e che si concluderà, domani,  nella sede del Gruppo e del nucleo di polizia tributaria di Lecce.

Accompagnato dal comandante provinciale della guardia di finanza di Lecce, il colonnello Bruno Salsano, Piccinni è stato ricevuto dai comandanti dei suddetti Reparti, che nel corso degli incontri istituzionali, hanno illustrato i temi più importanti e le strategie operative necessarie per migliorare qualità e concretezza dei risultati operativi che conseguono al pieno esercizio delle delicate funzioni istituzionali sviluppate sul territorio salentino, una delle aree che vede il corpo particolarmente impegnato nel contrasto alla criminalità economico-finanziaria, all’evasione fiscale, al contrasto alla criminalità organizzata e, negli ultimi tempi, all’odioso fenomeno della tratta degli esseri umani, assicurando alla giustizia un significativo numero di “scafisti”, in stretta collaborazione con i reparti aeronavali.   DSC_0287-3

Al personale ha rivolto un messaggio di apprezzamento e gratitudine per il lavoro svolto, nonché di incoraggiamento a proseguire sulla strada intrapresa, sottolineando come il corpo operi in prima linea sul fronte del contrasto all’evasione fiscale, del riciclaggio e dei traffici illeciti via mare, delle misure patrimoniali nei confronti della criminalità organizzata e della lotta allo spreco nella spesa pubblica ed alla corruzione in genere, invitando tutti a tenere sempre alta la guardia al fine di contrastare efficacemente i fenomeni emergenti dell’”agromafia” e della “mafia degli affari” ed il conseguente arricchimento illecito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agromafia, ricilaggio e scafisti: il generale Piccinni ne parla coi finanzieri salentini

LeccePrima è in caricamento