Cronaca

Al mare oltre l'estate, il Sib favorevole al confronto

Boom di presenze a settembre, il meteo favorevole fa il resto. Spiagge ancora piene. Il Sindacato balneari lancia un ponte alla Regione per destagionalizzare partendo proprio dall'ordinanza contestata

Lo splendido mare di Frassanito.

LECCE - E' questo l'ultimo fine settimana in cui gli stabilimenti balneari devono assicurare i servizi a pieno regime. Il periodo obbligatorio di apertura termina infatti il 18 settembre. Una data che ha provocato le obiezioni di Assobalneari che più volte si è espressa criticamente nei confronti dell'ordinanza balneare della Regione Puglia (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=29776), ma che invece vede l'altro sindacato di categoria il Sib, inquadrato in un'ottica di costruttiva apertura.

In tal senso, afferma Luca Mangialardo, presidente del Sib Lecce, "stiamo constatando come tutti gli operatori del settore stiano maturando il desiderio di dare avvio in modo concreto alla destagionalizzazione dei flussi turistici. Si tratta, per altro, di uno degli obiettivi che da sempre il sindacato tenta di perseguire, consapevole della grande importanza che il turismo ha per l'economia e lo sviluppo del territorio, e che, ora che i tempi sono più maturi, intende supportare ancora di più mediante una collaborazione propositiva con le istituzioni".

La stagione, del resto, è andata a gonfie vele quasi dappertutto, nel Salento e le prenotazioni lasciano pensare che sarà il settembre migliore di sempre quanto a presenze turistiche, complici anche condizioni meteo tipicamente estive. Da parte di Mangialardo arrivano anche proposte concrete nella direzione della destagionalizzazione. "Uno degli aspetti sui quali si può puntare per fare un primo passo riguarda per esempio l'impegno a garantire i servizi minimi a favore dell'utenza, quali, a titolo esemplificativo, il controllo del territorio e i trasporti".

"Inoltre, alla luce di quanto detto fino ad ora", continua Mangialardo, "è possibile individuare nell'ordinanza balneare regionale 2011 gli strumenti per pianificare un'azione mirata proprio alla destagionalizzazione. Si ritiene pertanto necessario fare chiarezza sulla stessa ordinanza, proprio con lo scopo di identificare gli elementi sui quali lavorare, affinché il turismo nel Salento possa sopravvivere alle mode del momento".

L'ordinanza balneare 2011 della Regione Puglia definisce l'inizio della stagione balneare il primo maggio e la sua conclusione il 30 settembre 2011. Ciò tuttavia non esclude la possibilità per gli imprenditori di tenere aperta la propria struttura anche per i mesi successivi. In tal caso, così come è stabilito dall'ordinanza deve essere garantito il servizio di salvataggio fermo restando l'obbligo di comunicazione" alla competente autorità marittima e al Comune.

Mangialardo ricorda anche che i gestori degli stabilimenti, qualora volessero avere la propria struttura in funzione senza il servizio di salvataggio possono liberamente farlo. L'unica condizione è di esporre un avviso al pubblico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al mare oltre l'estate, il Sib favorevole al confronto

LeccePrima è in caricamento