Alla vista dei militari provò a ingerire la cocaina: condannato un 36enne

E’ arrivata la sentenza nel processo discusso con il rito abbreviato nei riguardi di Alessandro Tornese, di Alezio, arrestato lo scorso 27 giugno. Il gup Maritati gli ha inflitto 3 anni e 5 mesi

LECCE - E’ di 3 anni e 5 mesi la condanna inflitta ad Alessandro Tornese, un 36enne di Alezio, arrestato lo scorso 27 giugno per detenzione di droga finalizzata allo spaccio.

La sentenza è stata emessa dal giudice Alcide Maritati, al termine del processo discusso col rito abbreviato.

A infilargli le manette ai polsi furono i carabinieri della stazione locale e dai colleghi del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Gallipoli, quando lo fermarono sotto casa per un controllo e lui cercò di ingerire tre involucri di cocaina. Durante la perquisizione nell’abitazione, i militari recuperarono altra sostanza dello stesso tipo per complessivi 41 grammi (dai quali si sarebbero potute ricavare oltre 200 dosi).

Assieme alla droga, furono sequestrati anche un bilancino di precisione, tre forbici e la somma di 65 euro, ritenuta l’incasso dell’attività di spaccio.

Tornese era difeso dall'avvocato Stefano Stefanelli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi frode col gasolio agricolo, undici arresti e 64 indagati

  • Anziana madre non ha sue notizie da giorni e chiede aiuto: 49enne trovato senza vita

  • Militari attendono cassiera a fine turno: addosso parte dell’incasso, sospetti ammanchi per 50mila euro

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • Coronavirus “sensibile” ai fattori ambientali: studio di un fisico su temperatura ed escursioni termiche

Torna su
LeccePrima è in caricamento