Andava piano sulla statale con eroina per 150mila euro sul sedile dell'auto

Simone Monaco, 25enne di Cavallino, fermato con oltre 3 chili e mezzo di droga sulla Lecce-Maglie. I finanzieri l'hanno seguito e bloccato poco prima dello svincolo per Caprarica e Lizzanello. Non aveva nemmeno nascosto il carico. E non veniva da lontano

CAVALLINO – Ci sono alcuni aspetti molto particolari nella vicenda che riguarda l’arresto di Simone Monaco, 25enne di Cavallino, fermato con oltre 3 chili e mezzo di eroina in auto. Il primo è che il giovane non aveva mai avuto a che fare con la giustizia fino alle ultime ore. L’altro, è che impropriamente può essere definito un corriere della droga, almeno per quelli che sono i canoni soliti con cui si usa la locuzione.

Perché Monaco non aveva bagagli, né soldi, quindi se ne può dedurre che non stesse effettuando un trasporto proveniente da qualche località lontana. E’ probabile che da Lecce o comunque dalle vicinanze del capoluogo stesse andando verso qualche altra località molto vicina.

L’altro aspetto curioso, per certi versi, ma che depone proprio per questa tesi, è che la droga non era stata nascosta nel veicolo, ma semplicemente conservata in un involucro sul sedile del passeggero. Insomma, il tragitto doveva essere veramente breve, se non ha assunto nemmeno qualche piccola accortezza. Ma tant’è: un eccesso di sicurezza gli è costato caro, perché di mezzo sono capitati i finanzieri del Nucleo di polizia tributaria di Lecce.

Nel tardo pomeriggio di ieri una pattuglia, sulla strada statale 16, in direzione di Maglie, ha notato una Ford Ka a velocità fin troppo moderata rispetto al resto della circolazione stradale. Di solito si corre, e anche troppo, sulla statale, invece sembra che quel giovane fosse molto guardingo. Forse stava cercando un’uscita ben precisa e non voleva sbagliare (con un carico così scottante accanto, sarebbe il minimo), ma di certo i finanzieri si sono insospettiti e hanno deciso di fermare l’auto, all’altezza dello svincolo per Caprarica e Lizzanello.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il giovane cavallinese non ha avuto molti margini d’azione. La droga era lì, accanto a lui. Sette pani di eroina, per un peso preciso di 3 chili e 587 grammi. Valore stimato: oltre 150mila euro. Arrestato, è stato condotto presso il carcere di Lecce a disposizione dell’autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Giovane turista fa il bagno e sul fondale ritrova bacino in ceramica del XIV secolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento