Folle notte di "spaccate": due assalti, tanti danni ma il bottino è magro

Il primo al bar Square dell'area Eni di Aradeo: vetrata a terra, ma sono subito fuggiti. Il secondo al locale annesso alla Camer di Seclì, ma la corda per divellere la grata s'è spezzata

Nella foto, l'ingresso del bar Square. Questa mattina è stata sostituita la vetrata.

ARADEO – Due “spaccate”, entrambe fallite, per una notte molto movimentata in un fazzoletto di territorio, quello fra Seclì, Neviano e Aradeo e che ha tenuto impegnati fino alle prime luci dell’alba agenti di polizia del commissariato di Galatina, vigilanza privata e carabinieri del Norm di Gallipoli. I furti, eclatanti per modus agendi, ma fallimentari sotto ogni punto di vista, sono stati tentati ai danni del bar Square del distributore di carburanti Eni sull’Aradeo-Sannicola e del bar tabacchi annesso all’area Camer sulla via per Neviano, in territorio di Seclì.

Tanti danni, bottino scarso

Tanti danni arrecati alle strutture, dunque, ma euro pari a zero recuperati in questo doppio raid notturno escogitato da almeno tre malviventi. Tanti ne sono stati immortalati dalle videocamere di sorveglianza. E’ probabile che il primo assalto sia stato quello di Aradeo. Qui, verso l’una di notte i malviventi, sono arrivati a bordo di un’utilitaria che, in seguito, si sarebbe scoperto essere stata rubata nelle ore precedenti a Cutrofiano. Si tratta di una Fiat Uno. Il proprietario s’è accorto solo questa mattina della sua assenza quando è stato contattato dal commissariato di Galatina.

Nel contraccolpo persa la targa

A lui i poliziotti sono risaliti tramite la targa. Già, perché, nel contraccolpo, dopo essersi lanciati a velocità per sfondare la vetrata del bar Square, questa s’è staccata ed è rimasta sull’asfalto. La vetrina è andata in frantumi, ma la banda non ha avuto poco tempo pr entrare e rovistare, in cerca di soldi e altra merce utile alla loro “causa”, perché il sistema d’allarme è scattato, facendo intervenire in pochi istanti le guardie giurate del Consorzio di vigilanza di Aradeo e le volanti di polizia. Alla fine, hanno portato via solo qualche cassa per ricariche telefoniche e un computer portatile.

La corda si spezza e addio furto

Può darsi, però, che tutto questo fosse stato studiato per distogliere le forze dell’ordine da un altro obiettivo, il bar tabacchi di una seconda area di carburanti, la Camer. Questa si trova a pochi chilometri di distanza. Anche qui, però, il tentativo è fallito. E questa volta per una circostanza diversa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I malviventi, infatti, hanno legato una corda al paraurti dell’autovettura, allacciando l’altro capo alla grata del locale commerciale. Hanno provato così di scardinarla, lanciando la Uno a velocità, ma la corda s’è spezzata e a quel punto hanno dovuto desistere e fuggire per la seconda volta senza averci ricavato il becco d’un quattrino. Sul posto, in questo caso, sono intervenuti i carabinieri che hanno acquisito le immagini del sistema di videosorveglianza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento