rotate-mobile
Lunedì, 5 Dicembre 2022
Cronaca Ugento

Armato di pistola rapinò una tabaccheria, 45enne patteggia la condanna

Il colpo fu messo a segno a marzo scorso. Oggi ha chiuso i conti con la giustizia con una condanna a 3 anni e quattro mesi di reclusione

LECCE – Ha patteggiato una condanna a 3 anni e quattro mesi di reclusione (e mille e 200 euro di multa) Alessandro Carratta, 44 enne di Ugento, accusato della rapina messa a segno in una tabaccheria del suo paese lo scorso 26 marzo. La pena è stata concordata dal suo legale, l’avvocato David Alemanno, con il pubblico ministero. La sentenza è stata emessa dal gip del Tribunale di Lecce.

In una serata di inizio primavera Carratta fece irruzione nell’esercizio commerciale con il volto travisato con il cappuccio della felpa indossata e, minacciando la cassiera con una pistola, si fece consegnare l’incasso: 3mila euro in contanti, allontanandosi poi in tutta fretta.

A incastrarlo furono le immagini del sistema di videosorveglianza. Il 45enne fu riconosciuto e arrestato dai carabinieri al termine di un'indagine lampo. In casa nascondeva lo stesso abbigliamento utilizzato per il colpo. Da allora si trova in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Armato di pistola rapinò una tabaccheria, 45enne patteggia la condanna

LeccePrima è in caricamento