Ubriaco e molesto sfonda a calci il finestrino dell'auto dei carabinieri

A Casarano arrestato un marocchino. Aveva infastidito gli avventori di un locale. Alla vista dei militari, è esplosa la furia

CASARANO – Prima le molestie agli avventori di un’attività di ristorazione, poi, al momento del rintraccio per identificarlo e ricostruire la vicenda, l’aggressione ai carabinieri. È finita così in una cella del carcere di Borgo San Nicola la notte brava di Jawad Kard, marocchino di 41 anni, residente in provincia di Lecce. A bloccarlo sono stati i carabinieri della sezione radiomobile di Casarano. Risponde di violenza o minaccia a pubblico ufficiale, resistenza, danneggiamento e guida sotto l’influenza dell’alcool.

I carabinieri l’hanno rintracciato mentre era alla guida della sua autovettura proprio dopo una segnalazione per i suoi comportamenti: stava infastidendo la clientela di un’attività. E già quando l’hanno fermato, i militari hanno capito che il suo atteggiamento aggressivo derivava in gran parte dai fumi dell’alcool. Addirittura pari a 3.2 grammi per litro, il tasso alcolemico che di lì a poco sarebbe stata riscontrato, dopo le analisi. Ma effettuarle non è stato semplice.

Kard non aveva alcuna voglia di farsi controllare, così è andato su tutte le furie, costringendo i militari a usare le maniere forti, per immobilizzarlo e condurlo in caserma con l’autovettura di servizio. E proprio all’arrivo, ha sfogato tutta la sua rabbia, sfondando a calci il finestrino posteriore destro del veicolo e tentando di fuggire a piedi. Ma era troppo ubriaco, così ha perso l’equilibrio, è caduto per terra ed è stato nuovamente immobilizzato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo la caduta, è stato necessario trasportarlo in ospedale. Al pronto soccorso del “Ferrari” è stato riscontrato affetto da lesioni per sette giorni. E qui sono state fatte anche le analisi, che hanno evidenziato il tasso alcolico da capogiro. Una volta dimesso dall’ospedale, è stato dichiarato in arresto e condotto in carcere. Da considerare che l’uomo – peraltro in regola in Italia – appena due giorni addietro era già stato denunciato da carabinieri. Infastidendo i clienti di un locale, si è scoperto che addosso aveva anche un coltellino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza di 22 anni trovata morta in appartamento: è mistero

  • "La moneta da 1 euro non c'è più nel carrello". E lui chiama la polizia

  • Infezione da Covid-19: sono 56 i casi positivi nel Salento, 6 a Lecce

  • Nessuno stupro a Gallipoli: falso allarme, i due appartati prima del collasso

  • Cade dagli scogli in un punto impervio, ferito recuperato con l'elicottero

  • Covid, quattro casi e un decesso nel Leccese. Movida: controlli straordinari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento