Espulso dal centro di accoglienza, si barrica nella struttura con un coltello: arrestato

Un 21enne originario della Guinea è stato fermato, nelle ultime ore, con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale. Sequestrata la lama da cucina

Foto di repertorio.

NEVIANO -  Espulso dal Cas, il Centro di accoglienza straordinaria per migranti individuata dalla prefettura, si barrica nella struttura rifiutandosi di uscire. L’episodio si è verificato nelle ultime ore, a Neviano e si è concluso con le manette nei confronti di un ospite del centro.

Si tratta di una 21enne originario della Guinea, fermato poco dopo dai carabinieri della stazione locale, allertati dagli operatori dipendenti del Cas. I militari, dopo averlo bloccato, lo hanno sottoposto a una perquisizione.

Nelle tasche dei pantaloni, hanno rinvenuto un coltello da cucina, lungo  23 centimetri, immediatamente posto sotto sequestro. Al termine del controllo, il ragazzo straniero è stato condotto presso la caserma del luogo e poi arrestato con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: conducente in arresto

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

  • Dalla perquisizione della vettura spunta la droga: coppia di fruttivendoli nei guai

  • Travolto da un’auto sulla litoranea di Santa Cesarea Terme: grave un ciclista

Torna su
LeccePrima è in caricamento