menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il materiale sequestrato dalla squadra mobile.

Il materiale sequestrato dalla squadra mobile.

Spaccio tra piazza Ariosto e via Reale: preso un 42enne, denunciato l’amico

Entrambi noti per precedenti, sono stati fermati dopo giorni di osservazione da parte degli agenti della squadra mobile di Lecce: trovati con le dosi di cocaina

LECCE – La polizia cerca di contrastare il fenomeno dello spaccio e del consumo di droga in città. Nel corso della nottata, infatti, gli agenti della squadra mobile hanno tratto in arresto in flagranza di reato, Giampaolo Vergallo, pregiudicato di Surbo di 42 anni, acusato di spaccio di cocaina e altre sostanze, per un totale di 122,82 grammi.

Gli inquirenti hanno anche denunciato in stato di libertà, sempre per lo stesso reato, C.A.R. Quest’ultimo, un 38enne leccese, è noto alle forze dell’ordine. Gli investigatori, coordinati dal vicequestore Alessandro Albini, hanno individuato un giro di spaccio tra piazza Ludovico Ariosto e via Reale. Il traffico sarebbe stato gestito da Vergallo. I poliziotti lo hanno tenuto sotto osservazione per giorni, poi sono passati in azione. Alla loro vista, il 42enne ha cercato di disfarsi di una confezione in cellophane, contenente cocaina.

L’involucro è stato recuperato, ma è scattata una perquisizione: all’interno del taschino della maglietta altre dosi di sostanza stupefacente, cocaina e hashish e la somma di 180 euro ritenuta provento dell’attività di spaccio. La perquisizione è stata estesa anche all’autovettura e a una abitazione di proprieta dell’amico indagato, ma in uso al 42enne, dove è stata rinvenuta altra cocaina suddivisa in 50 dosi e la somma di 220 euro. Tutto è stato sequestrato dal personale della questura, mentre per Vergallo si sono aperte le porte del carcere di Borgo San Nicola.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento