Dopo inseguimento, 24enne e il nonno si scagliano contro i poliziotti: nei guai

Un ragazzo di Ugento arrestato per violenza e resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e detenzione di mdma e hashish. Ha ferito un agente, mentre il parente ha cercato di tirarlo fuori dall'auto della polizia

Foto di repertorio

UGENTO – Fermato per un controllo a Ugento dà di matto e aggredisce i poliziotti: in manette. Nella mattinata di giovedì, una pattuglia della polizia di Stato del commissariato di Taurisano ha arrestato Marco Mauramati, un 24enne ritenuto responsabile di violenza e resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Poco prima delle 11, gli agenti hanno sottoposto a una verifica il ragazzo, che viaggiava sulla Via del Mare del comune messapico, a bordo di una Fiat Seicento. Alla vista dei poliziotti, però, e nonostante vi fosse un traffico notevole, Mauramati avrebbe cercato di defilarsi, accelerando per far perdere le proprie tracce.

Più volte invitato a fermarsi, ha proseguito la marcia ad alta velocità fino a raggiungere il cortile dell’azienda di famiglia in zona. Sceso dal veicolo, Mauramati ha iniziato ad inveire contro il personale del commissariato  con minacce di ritorsione mediante sue conoscenze dirette nell’ambiente della polizia di stato. Malgrado le ripetute richieste di esibizione dei documenti personali e di guida, il 24enne si è rifiutato di farsi identificare. Non c’è stato modo di calmarlo poiché ha opposto resistenza fino a strattonare uno dei due agenti.

Urla e fasi concitate che hanno richiamato l’attenzione del nonno del 24enne. Il parente, senza essere a conoscenza dei fatti, avrebbe tentato di difendere il nipote, impedendogli di salire a bordo del mezzo della polizia. Arrivando persino, dopo aver aperto lo sportello della vettura, a far spostare uno dei poliziotti per far scendere il nipote. Quest’ultimo, non contento, ha tirato un calcio allo sportello dell’auto, colpendo anche un agente, rimasto lievemente ferito. Poi ha spintonato anche il collega. Scena analoga anche da parte del nonno, il quale ha provato ad infrangere il vetro del veicolo senza riuscirci.

Mauramati è stato arrestato e sottoposto al regime degli arresti domiciliari. A seguito della perquisizione, è stato trovato anche in possesso di 3,48 grammi di hashish, 0,84 di marijuana e due dosi di Mdma del peso complessivo di 0,32 grammi.  Il tutto è stato posto sotto sequestro assieme a un bilancino di precisione e la somma di 150 euro. Il nonno del 24enne è stato denunciato in stato di libertà per concorso in violenza e resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali.

.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

             

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento