rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Cronaca

Arrestato per tentato omicidio e rapina non rispetta le regole della comunità: in cella

Nel 2018 fu ritenuto colpevole di tentato omicidio e rapina aggravata dal Tribunale di Lecce. Ma non ha rispettato la misura alternativa nella struttura

RAVENNA - Dopo l'arresto per rapina e tentato omicidio non rispetta le regole della comunità: in carcere un 26enne salentino. Gli agenti di polizia di Ravenna, nelle ultime ore, hanno infatti trasferito in cella D.M.D., con precedenti penali per reati contro la persona e il patrimonio, tentato omicidio e rapina aggravata.

Nella mattinata di mercoledì, infatti, i poliziotti della squadra mobile della questura di Ravenna hanno eseguito la misura emessa dall’Ufficio di sorveglianza di Bologna nei confronti del 26enne che, nel 2018, fu riconosciuto colpevole dalla Corte d’Appello del Tribunale di Lecce dei reati di tentato omicidio e rapina aggravata.

Successivamente gli era stato concesso il beneficio dell’affidamento in prova ai servizi sociali presso una comunità terapeutica. A causa del suo atteggiamento, poco rispettoso delle regole della comunità, l’autorità giudiziaria ha però sospeso il beneficio, disponendo la sua carcerazione. Al termine delle formalità di rito,  il 26enne è stato ristretto nella casa circondariale della città romagnola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato per tentato omicidio e rapina non rispetta le regole della comunità: in cella

LeccePrima è in caricamento