Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Sei chili di hashish, eroina e cocaina: stanata centrale dello spaccio tra sassi del muretto

Un 34enne e un 31enne, rispettivamente di Muro Leccese e Poggiardo, sono stati arrestati nella serata di ieri dai carabinieri i Maglie. Entrambi noti alle forze dell’ordine, sono stati trovati nelle campagne con un’ingente quantità di stupefacente, sostanza da taglio e diversi bilancini per confezionare la droga. Entrambi sono finiti in carcere

Il materiale sequestrato dai carabinieri di Maglie.

MURO LECCESE  - Rimuovevano meticolosamente le pietre di un muretto a secco. E di certo non per un originale antistress orientale. Paolo Merico, operaio 31enne di Poggiardo, e Vittorio Tunno, 34enne disoccupato di Muro Leccese, sono stati arrestati in flagranza di reato dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Maglie nella serata di ieri. Risponderanno di detenzione di droga finalizzata allo spaccio.FOTO  MERICO PAOLO-2

Nella tarda serata di ieri, infatti, i militari coordinati dal capitano Luigi Scalingi, hanno tenuto sotto osservazione i due amici, come già accadeva da una decina di giorni. I due erano stati già arrestati nel 2014, per reati specifici.  Sono stati seguiti fino alle campagne del comune messapico,  e il loto atteggiamento ha insospettito, o meglio confermato le ipotesi avanzate dagli inquirenti. Anche nella serata di ieri,  i due sono arrivati puntuali: dopo aver controllato in più punti un muretto a secco, hanno iniziato a rimuovere alcuni sassi, estraendo alcuni involucri dall’interno della recinzione. Sono stati immediatamente bloccati e sottoposti ad una perquisizione personale: è spuntato un barattolo in vetro contenente 55 grammi di cocaina e 40 grammi di sostanza da taglio, assieme a materiale per il confezionamento delle dosi.IMG_7655-2

Come se non bastasse, i carabinieri hanno rinvenuto anche 17 grammi di eroina, che erano stati ben nascosti, in profondità, nello stesso muretto. Tunno, inoltre, è stato trovato in possesso  di panetto di hashish. Quest’ultima sostanza attinta da un altro nascondiglio, “stanato” nel giro di alcuni minuti dai militari dell’Arma. Pochi metri distante dal luogo, infatti, sono spuntati sei chilogrammi dello stesso stupefacente, suddivisi in panetti di un etto ciascuno. E, sempre nelle vicinanze, ancora un’altra alcova: all’interno della quale un secondo barattolo contenente 4 involucri di cocaina del peso complessivo di 20 grammi.FOTO DI TUNNO VITTORIO-2

Infine, sono stati trovati tre bilancini elettronici di precisione e materiale per il confezionamento, ciascuno in ogni nascondiglio. Un duro colpo al mercato dello spaccio di stupefacente della zona che, con il quantitativo rinvenuto e poi sequestrato, avrebbe fruttato alcune decine di migliaia di euro. I due amici sono stati pertanto tratti in arresto e, a seguito delle formalità di rito, nel carcere di Lecce a disposizione del pm di turno, Donatina Buffelli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sei chili di hashish, eroina e cocaina: stanata centrale dello spaccio tra sassi del muretto

LeccePrima è in caricamento