rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Cronaca

Assolto in appello dopo quasi sette anni per un incidente che non aveva provocato

Ha dovuto attendere quasi sette anni perché fosse riconosciuta la propria innocenza. I giudici della Corte d'appello di Lecce (presieduta da Nicola Lariccia) ad assolvere con formula piena, per non aver commesso il fatto, l'imputato, accogliendo in pieno la tesi difensiva dell'avvocato Spagnolo

LECCE – Ha dovuto attendere quasi sette anni perché fosse riconosciuta la propria innocenza. La lunga e complessa vicenda giudiziaria di F. P., 53enne di Novoli, ha inizio nel 2008, quando un Ape Piaggio provoca ad Arnesano un incidente in cui rimane lievemente ferito un ragazzo. Il conducente del mezzo non si ferma a prestare soccorso e costatare quanto accaduto. Le indagini della polizia municipale, grazie anche a un testimone che ha annotato la targa del veicolo, conducono all’imputato, proprietario di un veicolo simile a quello coinvolto nell’incidente. L’uomo è giudicato in contumacia e condannato nel 2011 a 13 mesi di reclusione e diciotto mesi di sospensione della patente per i reati di omessa fermata dopo l’incidente con danni a persone e omessa assistenza.

La sentenza viene poi appellata dal legale nominato dal 53enne, l’avvocato Francesco Spagnolo, che evidenzia una serie di elementi utili a scagionare il suo assistito. Innanzitutto come il numero di targa riferito, seppur coincidente come tipo di veicolo, non dimostri né che fosse quello il mezzo coinvolto nell’incidente né che alla guida dello stesso vi fosse l’imputato. Inoltre, nel processo di primo grado alcuni testi avevano descritto il conducente come una persona anziana, piuttosto malandata, che aveva superato la sessantina e che portava gli occhiali. Fattezze che non corrispondevano all’imputato, che all’epoca dei fatti aveva 47anni.

Questi e altri elementi hanno portato i giudici della Corte d’appello di Lecce (presieduta da Nicola Lariccia) ad assolvere con formula piena, per non aver commesso il fatto, l’imputato, accogliendo in pieno la tesi difensiva dell’avvocato Spagnolo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assolto in appello dopo quasi sette anni per un incidente che non aveva provocato

LeccePrima è in caricamento