rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Nardò

Auto ferme senza assicurazione, sequestri e multe a raffica

A Nardò piazza pulita di cinquanta mezzi d'ogni genere in sosta, senza copertura, "sine die". Il fenomeno, rileva la polizia locale, sembra ultimamente in aumento

NARDO’ – Il codice della strada parla chiaro. Un’autovettura non può restare senza assicurazione in strada, anche se ferma. Magari da settimane. O mesi. Persino anni, in qualche caso. Un fenomeno che sembra in crescita, tanto che a Nardò la polizia locale vi ha dedicato un anno di lavoro. Con un censimento finale al termine di tutti gli accertamenti, ultimati nei giorni scorsi: quasi una cinquantina i veicoli che gli uomini diretti dal comandante Cosimo Tarantino hanno sequestrato, ai fini della confisca, fra autovetture e altri tipi di mezzi in sosta su strade del territorio comunale. Mezzi fermi sine die.

Ai proprietari di ogni singolo mezzo sono state comminate sanzioni sino a 3mila e 464 euro, più decurtazione di cinque punti sulla patente di guida. Secondo l’articolo 193 del codice della strada, infatti, i veicoli a motore non possono essere posti in circolazione sulla strada senza la copertura assicurativa a norma delle vigenti disposizioni di legge sulla responsabilità civile verso terzi, non influendo in questo caso il fatto che non fossero effettivamente circolanti.

I controlli non si fermano qui. E, anzi, il Comando di via Crispi invita i cittadini che si trovassero nelle stesse condizioni di regolarizzare la posizione di tutte le autovetture, circolanti e non, con copertura assicurativa. Lo stesso Comando si rende disponibile per informazioni o chiarimenti di tipo tecnico.

“Dalle verifiche compiute dai nostri agenti – puntualizza l’assessora alla Polizia locale, Sara D’Ostuni – è emersa una situazione più complessa del previsto, con un numero significativo di vetture senza assicurazione e, di fatto, abbandonate in sosta. Si è reso necessario intervenire per contrastare un fenomeno che è cresciuto negli ultimi tempi e che, oltre alla questione degli obblighi di legge e delle relative sanzioni, rappresenta un elemento potenziale di rischio per cose e persone e anche un elemento non esattamente in linea con il decoro urbano”.

“A chi non intende rinnovare la polizza per responsabilità civile perché prevede di non utilizzare l’auto per lunghi periodi - conclude l'assessora D'Ostuni -, consigliamo di parcheggiare il veicolo in aree private come i garage o i cortili interni alle abitazioni e ai condomini”. Altrimenti, continuerà a crescere il numero di sequestri, sanzioni e decurtazioni.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto ferme senza assicurazione, sequestri e multe a raffica

LeccePrima è in caricamento