Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Babbo Natale per il secondo anno in Pediatria: sorpresa per i piccoli pazienti

Iniziativa dell'Associazione Fondo di Solidarietà Permanente “Cuore e mani aperte verso chi soffre” in collaborazione con i vigili del fuoco

LECCE – Una sorpresa, un sorriso, possono fare molto per i piccoli pazienti di un ospedale. Così, per il secondo anno consecutivo, un vigile del fuoco travestito da Babbo Natale si è calato dal tetto con una fune ed è atterrato davanti alla vetrata del reparto di Pediatria del “Vito Fazzi” di Lecce. E poi sono arrivati alcuni personaggi di fiabe, antiche e moderne: Pinocchio, Cappuccetto Rosso, Cenerentola, Belle e Jasmine, Masha e Orso, insieme a tanti regali.

L’iniziativa è stata organizzata dall’Associazione Fondo di Solidarietà Permanente “Cuore e mani aperte verso chi soffre” onlus, presieduta dal cappellano dello stesso presidio ospedaliero, don Gianni Mattia: “Per il secondo anno consecutivo, grazie alla collaborazione con il comando provinciale dei vigili del fuoco di Lecce e con la Direzione Sanitaria del presidio ospedaliero, con il dottor Pietro Caprio, direttore responsabile del reparto di Pediatria, nonché con i nostri straordinari volontari clown, abbiamo potuto donare un paio d’ore di magia ai piccoli che trascorreranno il Natale tra le corsie dell’ospedale. Descrivere lo stupore che traspariva dai loro sguardi appare impresa ardua più di quella che è stata realizzata.

L’associazione è impegnata per tutto l’anno a fornire il suo supporto ai bimbi ricoverati, non solo a Lecce: conta infatti su più di 350 volontari clown che tutti i fine settimana donano i loro sorrisi nei reparti di Pediatria. L’iniziativa odierna è stata ideata e fortemente voluta dal vicepresidente dell’associazione Franco Russo: “Abbiamo donato i giochi ai piccoli pazienti nell’intento di coinvolgerli in una grande e colorata festa anche se in un luogo solitamente più sobrio”.

L’associazione Fondo di Solidarietà Permanente “Cuore e mani aperte verso chi soffre” Onlus ha nella sua mission l’attenzione verso l’umanizzazione degli spazi ospedalieri in stretta collaborazione con la Asl di Lecce. Negli anni scorsi ha donato un’isola neonatale all’Unità Terapia Intensiva Neonatale del Fazzi; un ecografo pediatrico alla Chirurgia pediatrica del “Ferrari” di Casarano e ha colorato la risonanza magnetica del reparto di Neuroradiologia sempre dell’ospedale leccese, allo scopo di favorire la distensione psicologica dei piccoli durante l’esame.

Babbo in Pediatria Fazzi 22.12.17 38-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Babbo Natale per il secondo anno in Pediatria: sorpresa per i piccoli pazienti

LeccePrima è in caricamento